Comscore migliora la misurazione dell’audience digitale introducendo i target dai 35 ai 44 e dai 45 anni in su

Dopo l’espansione della Predictive Audiences – la prima soluzione nel suo genere di targeting gdpr-friendly e senza cookie – a più mercati europei, tra cui l’Italia, il mese scorso, Comscore sta ora implementando ulteriori sviluppi nella sua suite di misurazione.

L’ultimo miglioramento della soluzione di misurazione dell’audience digitale di Comscore riguarda – spiega una nota –  l’aumento della granularità nei segmenti demografici per l’Italia sia su Mobile Metrix che su MMX Multi-Platform con l’introduzione di due nuovi target: dai 35 ai 44 e dai 45 anni in su. I dati demografici ampliati consentiranno a editori, inserzionisti e agenzie di sfruttare Comscore Mobile Metrix e MMX Multi-Platform per segmentare ulteriormente i consumatori online, consentendo una comprensione più approfondita dei comportamenti di consumo online e video su desktop, smartphone e tablet.

Questo annuncio segue l’introduzione della misurazione delle CTV in Regno Unito, Germania e Australia, con nuovi paesi coinvolti nel 2021, e fanno parte del costante sforzo di Comscore a continuare a rafforzare la sua impronta internazionale e il suo impegno nella misurazione video in Europa.

“Il panorama dei media e i modelli di consumo si stanno evolvendo rapidamente. Per affrontare le sfide che si vengono a creare con questa evoluzione, in Comscore stiamo espandendo costantemente le nostre capacità”, ha dichiarato Joris Goossens, Executive Vicepresidente di EMEA & APAC di Comscore. “Siamo lieti di offrire al mercato italiano le nostre ultime innovazioni e i nostri ultimi sviluppi per continuare a fornire la migliore misurazione della categoria”

Fabrizio Angelini (foto Comscore)

Fabrizio Angelini (foto Comscore)

“Siamo entusiasti di vedere tante innovazioni arrivare sul mercato italiano”, ha dichiarato Fabrizio Angelini, CEO di Sensemakers. “L’introduzione della predictive audiences, i nuovi sviluppi nella suite di misurazione esistente e i piani per ulteriori miglioramenti nel prossimo futuro, dimostrano l’impegno di Comscore nel fornire reali misurazioni cross-mediali ai nostri clienti in Italia”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lampugnani lascia TBWA e va con Costa. Pagano promosso chief creative officer

Lampugnani lascia TBWA e va con Costa. Pagano promosso chief creative officer

È on air dal 13 settembre la nuova campagna ASviS

È on air dal 13 settembre la nuova campagna ASviS

Radio 24 lancia la campagna ‘Tante voci diverse per una radio fuori dal coro’

Radio 24 lancia la campagna ‘Tante voci diverse per una radio fuori dal coro’