Google dedica il doodle ad Ann McLaren, genetista britannica pioniera della fecondazione artificiale. Oggi l’anniversario della nascita

Condividi

In occasione della sua nascita, avvenuta 94 anni fa, Google dedica il doodle di oggi ad Ann McLaren, la genetista britannica che è stata fra i pionieri della biologia dello sviluppo, dalle prime ricerche sulla fecondazione artificiale a quelle sulle chimere.Figlia del barone sir Henry McLaren, studió zoologia a Oxford. I suoi studi iniziali sui moscerini della frutta la portarono a specializzarsi poi allo University College di Londra nel 1949, dove iniziò le sue ricerche sulla genetica nei conigli e i virus dei topi.

Nel 1952 – ricorda Ansa, sposò il collega di studi Donald Michie, con cui lavoró insieme per diversi anni, anche al Royal Veterinary College. McLaren inizió le sue ricerche sulla fertilità nei topi, e nel 1958 pubblicò sulla rivista Nature uno studio epocale, con John D. Biggers, sul primo sviluppo e nascita di topo fertilizzato in vitro.

Tra il 1955 e 1959 ebbe tre figli e sempre nel ’59 divorzió dal marito, con cui rimase in buoni rapporti. Tra il 1959 e il 1974 lavoró all’Istituto di genetica animale di Edimburgo, con ricerche sulla fertilità, l’epigenetica, il trasferimento di embrioni e le caratteristiche scheletriche delle chimere. Nel ’74 ritornó a Londra come direttore del Consiglio di ricerca medica britannico sullo sviluppo dei mammiferi, incarico che lasció nel 1992 per trasferirsi al WellCome Institute a Cambridge. Nel 2004 fu tra i fondatori del Frozen Ark project per salvare il Dna e le cellule delle specie a rischio di estinzione nel mondo, mentre nel 1975 diventò membro della Royal Society, e poi sua vicepresidente tra il 1992 e 1996. Tra le tante onorificenze ricevute, vanno ricordate la Medaglia dell’Ordine dell’Impero Britannico nel 1993 e il premio giapponese nel 2002 con Andrzej K per il suo contributo alla biologia dello sviluppo. Ann McLaren morí il 7 luglio del 2007, a 80 anni, in un incidente d’auto insieme all’ex-marito.