Moles: l’archivio di Radio Radicale è un patrimonio inestimabile della democrazia italiana

L’archivio di Radio Radicale “è un patrimonio inestimabile della democrazia italiana. Massimo Bordin ne era l’archivio vivente, che deve far parte del patrimonio di una democrazia liberale compiuta”. Lo ha detto il sottosegretario all’Editoria Giuseppe Moles partecipando a Montecitorio alla presentazione del portale di accesso all’Archivio Massimo Bordin, che contiene i documenti dell’ex direttore di Radio Radicale e curatore della rubrica quotidiana di rassegna stampa “Stampa e regime”.

“Bordin – aggiunge Moles – è entrato a far parte della vita di ciascuno di quelli che lo ascoltavano con le cose che diceva ogni mattina”.

Giuseppe Moles (foto Fnsi)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale