Al Digital China Summit investimenti per 50 miliardi di dollari. Oltre 500 progetti su 5G, blockchain, intelligenza artificiale

La quarta edizione del Digital China Summit si è conclusa ieri a Fuzhou, capoluogo della provincia del Fujian, nella Cina orientale, registrando investimenti per un valore di 318,8 miliardi di yuan (circa 49 miliardi di dollari) su 523 progetti firmati durante l’evento.

Come riporta Ansa, i progetti coprono ambiti come l’intelligenza artificiale, il 5G, l’internet industriale e la blockchain, e incarnano il ruolo del summit come piattaforma per gli scambi nella tecnologia digitale e la cooperazione industriale.

(AP Photo/Mark Schiefelbein)

Nel corso dell’evento è avvenuta anche la prima esposizione pubblica dello yuan digitale. Alcune imprese statali, tra cui China National Nuclear Industry e State Grid, hanno dimostrato le loro innovazioni nella trasformazione digitale.

L’evento di due giorni, tenutosi sia online che di presenza, è stato suddiviso in sette sezioni tra cui il forum principale, una mostra, 20 sessioni minori e un concorso di innovazione.

La mostra, che durerà fino a giovedì, ha attirato 54 aziende leader tra cui i colossi tecnologici Huawei, Alibaba e Tencent, e ha visto l’esposizione dei prodotti e dei servizi di 36 imprese statali. Alla data di ieri all’evento avevano preso parte 120.000 visitatori.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale