Colao: Nel digitale servono sinergie transnazionali, la sfida è globale. Vogliamo eliminare divari digitali

La transizione digitale è una sfida che le nazioni devono affrontare insieme e in modo coordinato. “È una sfida di dimensioni sia locali che globali” ha detto il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Transizione digitale, Vittorio Colao, intervenendo al Dibattito ONU sulla Cooperazione digitale e la connettività ma, ha precisato, “per generare un impatto reale avrà bisogno di sinergie transnazionali”. La comunità internazionale “può beneficiare anche di alleanze multilaterali sull’ “identità digitale” – ha sottolineato – Per le economie avanzate, è l’occasione di avanzare nel dibattito sulla portabilità e sulla interoperabilità. Infine, per i cittadini, è l’occasione di garantirne la piena partecipazione democratica e tutelarne i diritti”.

12Vittorio Colao (Foto Roberto Monaldo / LaPresse)

“In linea con questi obiettivi – ha aggiunto, come riferisce Ansa – la Presidenza italiana del G20 si sta concentrando sulla cooperazione tra governi per migliorare l’inclusione sociale, oltre a promuovere la crescita economica attraverso le tecnologie digitali”.

E poi: “La strategia italiana ha l’obiettivo di eliminare i divari digitali attuali attraverso investimenti sulla connettività a banda larga, migliorando la digitalizzazione dei servizi pubblici e sviluppando competenze digitali più solide nei cittadini”. E, come detto, “per generare un impatto reale la trasformazione digitale avrà bisogno di sinergie transnazionali. L’EU Digital Compass indica ai governi della UE politiche e obiettivi comuni in tal senso. In linea con questi obiettivi, la Presidenza italiana del G20 si sta concentrando sulla cooperazione tra governi per migliorare l’inclusione sociale, oltre a promuovere la crescita economica attraverso le tecnologie digitali”.

“Per le economie avanzate, è l’occasione di avanzare nel dibattito sulla portabilità e sulla interoperabilità. Infine, per i cittadini, è l’occasione di garantirne la piena partecipazione democratica e tutelarne i diritti. Siamo convinti – ha concluso – del fatto che un nostro impegno al dibattito corrente sullo sviluppo di approcci alla digitalizzazione incentrati sulle persone, ci consentirà di creare una società digitale prospera e inclusiva a livello globale”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale