A Publicis la gara media Stellantis. Che in Italia vuol dire 200 milioni

Mancano ancora le conferme dei gruppi coinvolti e dei consulenti che hanno ottenuto l’incarico, ma la notizia pubblicata da Adweek pare avere una certa consistenza. Si è concluso con la vittoria di Publicis il pitch media indetto da Stellantis, la holding guidata dal ceo Carlos Tavares (nella foto con il presidente John Elkann) che fonde le attività dei marchi automobilistici prima gestiti da Fca e Psa, Opel compreso.

Carlos Tavares e John Elkann

Il valore complessivo del bugget pubblicitario, secondo le stime di COMvergence, si aggirerebbe intorno ai 2,4 miliardi di dollari, ma si tratta della spesa mondiale nel 2020 nel mondo. In Italia, invece, anno tragico della pandemia a parte (l’anno scorso oltre 110 milioni complessivi circa l’investimento di tutti i brand della nuova realtà) il potenziale attuale viene stimato a 110-120 milioni per quello che riguarda la spesa in comunicazione dei marchi Chrysler, Dodge, Jeep, Ram, Fiat, Alfa Romeo, Abarth, Lancia, Maserati, e ad almeno 90 milioni per quello che concerne lì’investimento adv di Citroën, DS, Opel, Peugeot e Vauxhall. Sono quindi 200 milioni il montante da curare in Italia da parte del gruppo francese di cui è Ceo Arthur Sadoun e che nel nostro Paese funziona con la regia dell’executive team trino formato da Roberto Leonelli, Andrea Di Fonzo e Bruno Bertelli. Publicis che già aveva in cura a livello globale il media di FCA con Starcom, ora  si occuperà quindi anche dei marchi di PSA, che era stata seguita fin qui (anche con Opel) da Mediacom, sigla di GroupM e WPP.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale