La pace con Vivendi vissuta in Mediaset con senso di liberazione: “Finalmente possiamo pensare al futuro”

Grande senso di liberazione a Mediaset dopo la firma dell’accordo con Vivendi che pone fine a cinque anni di scontri e controversie e, quindi, a tutte le cause e denunce pendenti.

“Finalmente possiamo pensare al futuro”, è la sintesi del pensiero condiviso da tutto il popolo dl Biscione.

Infatti, l’intesa, togliendo al gruppo francese la possibilità di imporre blocchi, libera Mediaset dandogli la possibilità di riprendere e rilanciare i suoi progetti europei, quindi di procedere alla aggregazione con Mediaset Espana e con la tedesca Prosieben, della quale il gruppo di Cologno è ampiamente primo azionista. L’intesa, inoltre, renderà più agevole per Mediaset –che è anche in corsa per Metropole 6, rete televisiva francese più nota come M 6 – il trasferimento della propria sede legale in Olanda (la residenza fiscale rimarrebbe in Italia, così come il titolo continuerà a essere trattato a Piazza Affari).

Un po’ di amaro in bocca, invece, è rimasto a quanti – anche all’interno di Mediaset – puntavano a ottenere da Vivendi un po’ di soldi in più.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19

Ok Mediaset a sede legale in Olanda (ma tasse in Italia). Confalonieri: bene difesa UE da Ott; decisi verso polo pan-europeo

Ok Mediaset a sede legale in Olanda (ma tasse in Italia). Confalonieri: bene difesa UE da Ott; decisi verso polo pan-europeo

Cairo: Per La7 20 anni di successi. La rete fa servizio pubblico, meritiamo anche noi una piccola quota di canone 

Cairo: Per La7 20 anni di successi. La rete fa servizio pubblico, meritiamo anche noi una piccola quota di canone