Colao: porteremo la banda ultralarga a tutti, lo faremo con gare e sussidi; prima gli interessi dei cittadini

“Penso che il ruolo giusto nel Pnrr ma anche nel quotidiano della politica sia pensare primo agli interessi dei cittadini, quindi noi pensiamo a chi porterà la banda larga in Alta Val Camonica e in Sila in Calabria; secondo di farlo in una maniera equilibrata che garantisca la scelta, la concorrenza, la pluralità dei soggetti, dopo di che le questioni societarie le devono valutare le società e poi eventualmente le autorità antitrust”. Ad affermarlo il ministro per l’Innovazione e la Transizione digitale Vittorio Colao intervenendo al webinar del ciclo ‘Obbligati a crescere’ in streaming sulle testate del gruppo Caltagirone editore.

Vittorio Colao (foto Lapresse)

“Noi abbiamo uno scenario davanti a noi in cui – spiega – dobbiamo portare fibra, banda larga mobile, qualunque soluzione tecnologicamente atta a dare banda ultralarga a tutti. Lo faremo con delle gare, dei sussidi che potranno andare a operatori in concorrenza, operatori in collaborazione, operatori in consorzio, lo vedremo quando arriverà la gara; ma il nostro obiettivo è politico e di paese non di strutture societarie o di assetti societari” sottolinea Colao.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tar del Lazio ordina a Report di rivelare le sue fonti. Rai ricorre al Consiglio di Stato. Ranucci: sentenza grave, non sveleremo mai le fonti

Tar del Lazio ordina a Report di rivelare le sue fonti. Rai ricorre al Consiglio di Stato. Ranucci: sentenza grave, non sveleremo mai le fonti

La Rai riformata secondo la Lega

La Rai riformata secondo la Lega

TOP INFLUENCER ITALIA, BEST PERFORMING e TOP PAID POST. A maggio movimenti grazie ad Amici, Buffon e Turani. Ferragni gioca un altro campionato

TOP INFLUENCER ITALIA, BEST PERFORMING e TOP PAID POST. A maggio movimenti grazie ad Amici, Buffon e Turani. Ferragni gioca un altro campionato