Laterza: Rai è un editore e sul caso Fedez nessuna censura, suo diritto fare scelte

“Nella animata discussione di questi giorni sul caso Fedez-Rai è assente un tema essenziale: il ruolo dell’editore. Cos’è infatti la Rai se non un editore? Si può discutere delle scelte di un editore ma è suo diritto farle e anzi è interesse di tutti che ci siano editori con una linea editoriale chiara e forte, editori di proposta, che non si limitino a inseguire gli umori dell’opinione pubblica”. Lo scrive in una lettera a ‘la Repubblica’ Giuseppe Laterza, presidente della storica casa editrice Laterza, sottolineando che il fatto che la Rai sia servizio pubblico, finanziata da tutti e quindi aperta a tutti, “non comporta né indifferenza né neutralità. Non è possibile, anche volendo”.

Giuseppe Laterza (foto Olycom)

“Per quanto riguarda Fedez – osserva Laterza – in nome della libertà di espressione, si è messa in questione la possibilità stessa della Rai di discutere contenuti e modalità della sua performance. Se ci pensiamo un attimo, questa posizione equivale a quella che Mark Zuckerberg sostenne di fronte alle critiche rivolte a Facebook riguardo ai messaggi falsi e violenti che i social media a volte veicolano. ‘Non siamo un editore, non siamo responsabili’ disse all’epoca, sostenendo di essere proprietario di una struttura tecnica di trasmissione di qualsiasi contenuto (posizione poi rivista, come dimostra l’oscuramento del profilo di Trump). In nome della libertà di opinione, vogliamo che la Rai si trasformi in una piattaforma di lancio di qualunque messaggio, senza alcun filtro editoriale? Pensiamo veramente che così otterremmo maggiore libertà?”.

“Ogni scelta dei media può e deve essere discussa in pubblico perché – come una volta scrisse Amartya Sen – la democrazia è prima di tutto costituita dalla qualità del dibattito pubblico. Si può dunque criticare la Rai per aver cercato di dissuadere Fedez dal fare nomi di politici omofobi e si può elogiare Fedez per averlo fatto. Ma non è una censura. Inevitabilmente la Rai ogni giorno opera mille scelte. Discutiamole, critichiamole se del caso e se non le riteniamo coerenti con la missione del servizio pubblico, ma riconosciamo il suo diritto a farle”, conclude Laterza.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Google proroga  lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023

Google proroga lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023