Michele Partipilo è il nuovo direttore della Gazzetta del Mezzogiorno. Verna (odg): guida esperta e autore della nostra deontologia

Dal 15 maggio Giuseppe De Tomaso lascerà la direzione della Gazzetta del Mezzogiorno, a 13 anni esatti dalla sua nomina avvenuta il 15 maggio 2008. Al suo posto Michele Partipilo, già caporedattore centrale. Il quotidiano cambierà anche sede, trasferendosi nella zona industriale di Bari, in una palazzina messa a disposizione dai nuovi editori, la famiglia Ladisa, e annuncia un restyling grafico. Nella nuova sede, annuncia l’editore, sarà presto possibile la fruizione dell’archivio cartaceo della Gazzetta, dichiarato bene culturale insieme con il marchio della testata.

 

“Non sono auguri rituali quelli che a nome del Cnog – afferma in una nota il presidente del consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Carlo Verna – faccio a Michele Partipilo , nominato direttore della Gazzetta del Mezzogiorno. Motivi di soddisfazione ci sono non solo perché viene messo in sicurezza con una guida esperta e di grande professionalità  lo storico fondamentale quotidiano, dopo una lunga travagliata fase, tale certo non per responsabilità della redazione anzi da applausi per la capacità di resilienza o del Direttore uscente”.

“Per l’ordine dei giornalisti – sottolinea Verna – è rilevante anche che il neo direttore sia stato presidente dell’Ordine in Puglia, poi a lungo protagonista con ruoli importanti in Consiglio Nazionale e soprattutto sia autore di fondamentali testi sulla nostra deontologia. Partipilo fa parte tutt’ora del gruppo di lavoro incaricato di aggiornare la cosiddetta Carta di Treviso, dedicata alla tutela dei minori e oggi parte del testo unico deontologico”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Leggono più gli under 14 (77%) degli adulti (61%). AIE: il digitale utilizzato dal 31% dei lettori, cresce l’influenza di YouTube e social

Leggono più gli under 14 (77%) degli adulti (61%). AIE: il digitale utilizzato dal 31% dei lettori, cresce l’influenza di YouTube e social

Premiolino, svelati i nomi dei vincitori della 61° edizione. Premiazione il 13 settembre 2021 presso il Giardino della Triennale di Milano

Premiolino, svelati i nomi dei vincitori della 61° edizione. Premiazione il 13 settembre 2021 presso il Giardino della Triennale di Milano

L’appello della Fnsi al governo: Pnrr non basta, servono interventi strutturali per l’informazione

L’appello della Fnsi al governo: Pnrr non basta, servono interventi strutturali per l’informazione