Franceschini: Investire sul cinema è grande operazione industriale, abbiamo davanti a noi stagione di crescita e successi

“Per molto tempo si è temuto che ci fosse il declino sia delle sale che del cinema italiano. Ora possiamo dire con convinzione che ci aspetta un tempo di crescita e nuovi grandi successi. Dal David scelta lungimirante di premiare tutta la filiera”. Così il ministro della Cultura, Dario Franceschini, intervenendo al Quirinale nel corso della cerimonia di presentazione dei candidati ai Premi David di Donatello per l’anno 2021 alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Dario Franceschini (Foto ANSA)

“Il governo ha sostenuto convintamente il mondo del cinema che ha vissuto mesi difficili e complicati – ha aggiunto Franceschini – il Fondo dedicato nel 2020 è stato aumentato a 510 milioni di euro, cifra ulteriormente incrementata nella legge di bilancio 2021, che ha portato il fondo a 640 milioni di euro annui a decorrere. Questo ha permesso di stabilizzare l’incremento al 40% della quota di tax credit per la produzione e la distribuzione. Per fronteggiare gli effetti della pandemia, il governo ha destinato 225 milioni di euro in favore del cinema, con contributi a fondo perduto agli esercenti e ai distributori. E 125 milioni di euro per il Fondo emergenza cinema e audiovisivo. Investire in cultura e nella filiera del cinema e dell’audiovisivo non è soltanto un’operazione socialmente e culturalmente importante: è una grande operazione industriale, una delle piu’ grandi operazioni industriali che produrranno effetti nei prossimi anni per l’intero Paese”.

Fontana, Presidente dell’AGIS – “Un sentito ringraziamento per le significative parole espresse oggi dal Presidente della Repubblica a favore del settore dello spettacolo”. È quanto dichiara Carlo Fontana, Presidente dell’AGIS – Associazione Generale Italiana dello Spettacolo, commentando alcune delle dichiarazioni rilasciate questa mattina da Sergio Mattarella, nel corso della presentazione dei candidati ai Premi David di Donatello 2021.

Carlo Fontana

“Nel suo discorso – continua Fontana – il Presidente Mattarella ha infatti sottolineato quanto lo spettacolo sia stato tra i settori più colpiti della pandemia, definendo quanto questo equivalga ad un impoverimento economico e culturale che non può permanere a lungo”. “E’ molto importante avere conferma di attenzione e vicinanza – conclude Fontana -, da parte della carica istituzionale più alta del nostro Paese. Parole che non possono che inorgoglire il nostro settore ed essere di buon auspicio per un ritorno alla normalità nei tempi più brevi possibili”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rapporto Sviluppo Sostenibile 2021: Italia migliora poco e lentamente; per la prima volta dal 2015 tendenza negativa nel raggiungimento target

Rapporto Sviluppo Sostenibile 2021: Italia migliora poco e lentamente; per la prima volta dal 2015 tendenza negativa nel raggiungimento target

Apple lancia i Podcasts a pagamento (Apple Podcasts Subscriptions). Del Sole 24 Ore e Storie Libere i primi canale pay italiani

Apple lancia i Podcasts a pagamento (Apple Podcasts Subscriptions). Del Sole 24 Ore e Storie Libere i primi canale pay italiani

Appello Fnsi al governo: Pnrr non basta, servono interventi strutturali per l’informazione

Appello Fnsi al governo: Pnrr non basta, servono interventi strutturali per l’informazione