TOP SQUADRE DI CALCIO SOCIAL, best post e paid post. Nel mese della Superleague, Juve in trend calante, Inter supera il Milan (domina paid post)

Primaonline in collaborazione con Sensemakers propone la nuova classifica delle squadre di calcio italiane più attive sui social, dei post più performanti e un focus sui paid partnership post, ovvero la graduatoria realizzata analizzando i post delle squadre di calcio pubblicati in partnership con uno sponsor (ossia i post che risultano avere la dicitura “Partnership pubblicizzata”): sono riportati il numero di Post sponsorizzati pubblicati, il numero di Sponsor, le interazioni complessive generate nel mese, il Best Post in Partnership con il dettaglio della creatività, del copy e dello sponsor associato.

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

L’aprile del 2021 è stato un mese cruciale per il mondo del calcio e, molto probabilmente, rimarrà nella storia dello sport (e non solo) per il blitz, rovinosamente e repentinamente fallito, dei grandi club europei che avevano in animo di lanciare la Superleague. L’alternativa eversiva alla Champions League non è nata, e – mentre scriviamo – i soli Real Madrid, Barcellona e Juventus cercano ancora di tenere (almeno in via ipotetica) viva l’idea della nuova manifestazione, resistendo alle minacce di sanzioni dell’Uefa. In pratica, il mese scorso, dal 18-19 di aprile in poi, su tutte le tv e i media in generale, la vicenda ha generato una montagna di reazioni vivaci e genuine di tifosi, istituzioni, politica occupando uno spazio a lungo schiacciante.

Vale la pena ricordare che Juve, Milan e Inter – ai primi tre posti nella graduatoria di marzo delle squadre di calcio italiane più attive sui social stilata da Sensemakers – facevano tutte parte del lotto di squadre che avevano deciso di lanciare il nuovo torneo continentale. Ma dire che la graduatoria di aprile incameri in qualche effetto tangibile di quanto accaduto è probabilmente una forzatura. Anche se indubbiamente dei cambiamenti sono avvenuti.

Ad aprile la graduatoria vede ancora in testa la Juve, ma al secondo posto l’Inter ha scavalcato il Milan. Le prestazioni (cioè le interazioni registrate nelle principali piattaforme e le videoviews su Facebook e Instagram) social dei bianconeri sono state in netto calo, come del resto quelle del Milan. E non ha fatto troppo eccezione alla regola anche l’Inter, che pure nella seconda metà di aprile ha conquistato e rafforzato la propria leadership in campionato. Buona parte del vantaggio sugli inseguitori che ha portato all’aggiudicazione del titolo con alcune settimane di anticipo nei turni del mese scorso. Gli effetti delle dinamiche agonistico-sportive, pare di poter dire, sembrano molto più rilevanti di quelli legati al flop Superleague.

Fine di un’era sui campi. Ma non ancora sui social La fine certificata dell’egemonia juventina sulla Serie A durata nove anni, coincide con un drastico ma non clamoroso calo delle interazioni social: i bianconeri sono sempre nettamente in testa, ma passando dai 46,1 milioni di marzo ai 36,6 milioni di aprile, mentre le videoviews juventine calano di oltre dodici milioni, a 30,3 milioni. Il sorpasso dell’Inter sul Milan (15,3 milioni di interazioni a 14,3 milioni) è coinciso con l’avvicinarsi della matematica certezza dello scudetto nerazzurro (arrivata il 2 di maggio per la squadra allenata da Antonio Conte). Indubbia pure la crisi di risultati della squadra di Stefano Pioli, che ora a maggio si trova nelle condizioni di lottare per un posto in Champions League, dopo che per una lunga parte della stagione era stata in testa al campionato.

Quarta forza social del calcio – ma molto staccata dalla prima terna – si conferma il Napoli (5,8 milioni di interazioni), che precede Roma (4,2 milioni di interazioni) e Lazio, con la brillante Atalanta sorpassata di poco dai biancocelesti (2,1 milioni di interazioni a 1,9 milioni) in buona fase tecnico agonistica. Sia il Napoli (in grande rimonta nel torneo) che la Roma (arrivata in semifinale di Europa League, prima di crollare) hanno avuto un miglioramento rilevante di interazioni e views rispetto a marzo, con l’Atalanta che chiude la lista dei club con più di un milione di interazioni.

Stabile l’ottavo posto in graduatoria della Fiorentina, appare rilevante, considerato il bacino di riferimento ridotto, la prestazione social del Cagliari (nono con 901mila interazioni), premiato molto probabilmente per la rimonta in campionato che ha portato il club fuori dalla zona retrocessione.

Il predominio schiacciante della Juve su tutte le altre squadre ad aprile si è ridimensionato; ma permane un netto vantaggio torinese in termini di videoviews, con i bianconeri capaci di raggiungere quota 30,3 milioni su Facebook e Instagram, con la Roma seconda a sorpresa a quota 8,4 milioni, il Milan terzo a 6,1 milioni e l’Inter solo quarta a 5,5 milioni (a marzo la Juve era arrivata a quota 42,5 milioni, l’Inter a 13,6 milioni, il Milan a 10,3 milioni e la Roma a 5,5 milioni). Queste indicazioni di base e di tendenza trovano conferma andando ad analizzare la top 3 dei post performanti.

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

Top Post. Il terreno di sfida è Instagram: la Juve fa ancora centro con CR7 e qualche nostalgia da scudetto; il Milan celebra il divino Zlatan ma anche l’operaio Saelemaekers; l’Inter immortala Conte, Oriali, Darmian e le nuove scarpe della Nike

La graduatoria dei primi tre post più performanti dei club, tutti veicolati su Instagram, mostra quanto ampie siano ancora le distanze tra la Juve e le milanesi. Nel computo dei bianconeri (in due casi protagonista Cristiano Ronaldo, con una foto e un video, nel terzo si ricorda con un carousel nostalgico il trentasettesimo scudetto del 2019) si supera 700 mila.

In casa rossonera due carousel su tre (due con Zlatan Ibrahimovic protagonista, uno con Alexis Saelemaekers) superano quota 300 mila. Mentre sono sotto questa soglia le due foto ed il carousel che celebrano, in ordine di performance conseguite, Antonio Conte e Lele Oriali, il cannoniere a sorpresa Matteo Darmian e le iconiche sneakers di Nike per i nerazzurri.

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

Paid Partnership Post: con Emirates e Skrill, il Milan batte Juve e Inter sia su Facebook che su Instagram

Stravince ancora il Milan, con al secondo posto la Juventus, ad aprile, nelle graduatorie che mettono in fila i team per le interazioni raggiunte con i gruppi di Post brandizzati dei partner commerciali su Facebook e Instagram. Su Instagram il Milan supera il milione di interazioni con il post sponsorizzato Emirates che celebra la vittoria per tre a uno a Parma.

Più equilibrata e su numeri più importanti la graduatoria stilata a partire dalle interazioni generate dai post sponsorizzati su Instagram. Il Milan vince sfiorando 1,6 milioni con Skrill con un post nostalgico su Pato; la Juve si colloca al secondo posto a quota 1,440 milioni con il solito CR7 per Pro Evolution Soccer. Al terzo posto c’è l’Inter a quota 1,362 milioni con il post di Frecciarossa che immortala molti calciatori nerazzurri (Vecino, Hakimi, Martinez, Vidal, Lukaku tra gli altri) sul treno superveloce che li porterà a Bologna.

NOTA METODOLOGICA_Squadre di Calcio
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rapporto Sviluppo Sostenibile 2021: Italia migliora poco e lentamente; per la prima volta dal 2015 tendenza negativa nel raggiungimento target

Rapporto Sviluppo Sostenibile 2021: Italia migliora poco e lentamente; per la prima volta dal 2015 tendenza negativa nel raggiungimento target

Apple lancia i Podcasts a pagamento (Apple Podcasts Subscriptions). Del Sole 24 Ore e Storie Libere i primi canale pay italiani

Apple lancia i Podcasts a pagamento (Apple Podcasts Subscriptions). Del Sole 24 Ore e Storie Libere i primi canale pay italiani

Appello Fnsi al governo: Pnrr non basta, servono interventi strutturali per l’informazione

Appello Fnsi al governo: Pnrr non basta, servono interventi strutturali per l’informazione