Vdnews, piattaforma di informazione multimediale dedicata a Gen Z e Millennial, si consolida sui social e amplia la produzione di video originali

Condividi

I grandi cambiamenti culturali ed economici che stanno attraversando la società non risparmiano l’industria dei media e dell’informazione. Complici di questi mutamenti le nuove generazioni che hanno imparato a tenersi aggiornate attraverso i media digitali e i loro contenuti, disponibili in ogni momento e su ogni device: per la Gen Z e i Millennial non esiste un palinsesto, non ci sono orari per afferrare il cellulare e scoprire cosa sta succedendo nel mondo. VD, media digitale parte del gruppo StartupItalia, aiuta a comprendere la complessità nel mondo attraverso una narrazione senza filtri, conquistando l’audience di queste generazioni grazie ai canali social di VDNews. Una proposta di informazione fatta di reportage originali e storie sul campo raccontate dalla voce dei protagonisti, offerta tramite un’attenta programmazione editoriale, ponendo video e navigazione da mobile al centro.

Due giorni insieme all’universitaria-rider per comprendere veramente cosa vuol dire fare le consegne per un’azienda di food delivery; una notte in barca con i pescatori che aiutano a ripulire il mare dalla plastica; il racconto delle nuove solitudini: VDNews va sul campo per documentare storie e fenomeni di attualità che alimentano il dibattito sul nostro futuro. Ambiente, diritti civili, istruzione e cambiamento sono i pilastri attorno cui ruota l’indagine del media, con l’obiettivo di raccontare con un nuovo approccio il mondo dei giovani e non solo.

Una produzione composta da articoli, grafiche e video, che trova la sua maggiore caratterizzazione nei vari formati video originali:

Mini-doc: video-documentari della durata di 10-15 minuti.
Storie: racconti di persone e fenomeni sociali, per aiutare a comprendere il mondo che cambia.
How-to: consigli, suggerimenti e trucchi per risolvere piccoli dubbi della quotidianità.
Vox: i punti di vista delle persone comuni su un tema di attualità.
Planet changers: interviste a persone che, nel grande e nel piccolo, cambiano il mondo.
Talk with: chiacchiere in libertà con i personaggi del momento dal mondo dell’entertainment.

Lanciato lo scorso 12 ottobre, VDNews conta su una fanbase di oltre 500mila follower distribuiti tra Instagram, Facebook, Linkedin e da poco anche su TikTok, e oltre 15 milioni di persone raggiunte al mese tramite sito e pagine social agli indirizzi “vdnews”: il canale, infatti, in poco tempo è diventato un punto di riferimento per i temi di attualità, grazie a un modo di raccontare i fatti ispirato a una nuova forma di verismo, apprezzata soprattutto dai giovani under 35 che, oggi, rappresentano il 75% dell’audience della property.

VDNews documenta il reale creando contenuti originali capaci di generare emozioni, che si tramutano in engagement e milioni di visualizzazioni. Per questo il mezzo di comunicazione rappresenta uno strumento efficace per le aziende che, attraverso operazioni di sponsored e branded content, vogliono entrare in contatto con il target under 40. VD porta i brand al centro delle conversazioni dei suoi spettatori, una crescente comunità dinamica e ben informata, come hanno dimostrato alcune delle attività realizzate con partner come Flowe, Seletti, Treedom e Tate.

“VDNews è il media digitale che intercetta e interpreta una domanda, sempre più evidente, di verità e trasparenza. Da un punto di vista editoriale, noi rispondiamo facendo informazione dal basso verso l’alto: raccontiamo l’attualità attraverso storie rappresentative del fenomeno trattato, andando sul campo. È questo che noi definiamo “nuovo verismo”, afferma Iacopo Tonini, CEO di VD. “Il nostro linguaggio e la nostra formula di produzione di contenuti rappresentano il valore che offriamo ai brand alla ricerca della specifica audience under 40. Sono lettori e spettatori che accedono alle news quasi esclusivamente da smartphone e scelgono video e grafica come formato per l’informazione approfondimento”.

“Nel corso dei prossimi mesi esploreremo il rapporto tra arte e montagna, insieme a Trentino Marketing, approfondendo alcune delle molte attività che avranno luogo in Trentino questa primavera ed estate. Sempre nel corso delle prossime settimane, uscirà un nuovo episodio del format “Talk With” girato insieme a Tommy Kuti, artista poliedrico di seconda generazione che ci ha portato a scoprire il suo mondo. Infine, siamo al lavoro su un grande progetto legato al calcio femminile di Serie A, di cui è prematuro parlare, se non per dire – citando lo slogan della squadra – che “è la più bella storia di Calcio Femminile”, conclude Tonini.