La finale della ‘Coppa degli italiani’ riaccoglie il pubblico. De Siervo: “Una partita speciale”

Si svolgerà domani, mercoledì 19 maggio al Mapei Stadium di Reggio Emilia, l’attesa finale di Coppa Italia, che quest’anno vede schierate Atalanta e Juventus. Le squadre arrivano al match decisivo in una situazione diversa dalle attese di avvio campionato, con il club bergamasco che ha già conquistato un posto utile per la Champions League e viene quasi considerato favorito, mentre i bianconeri lottano per arrivare tra le prime quattro e puntano molto nel successo nella Coppa Italia, praticamente il più importante obiettivo a portata di mano in una stagione difficile. L’epilogo del torneo sponsorizzato da TIM ha un ulteriore e importante significato simbolico, perché sarà la prima occasione dall’inizio della pandemia in cui si giocherà con la presenza dei tifosi nello stadio e sono previste 4.300 presenze, il 20% cioè della capienza dell’impianto.

Luigi De Siervo (foto Olycom)

In questo contesto, 48 ore prima del match, il Teatro Ariosto della città emiliana ha ospitato l’evento digital intitolato “La Coppa degli Italiani” organizzato dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con la Lega Serie A. Ciro Ferrara, ex Juve (e Napoli) e Nicola Ventola (ex atalantino ed ex Inter), storici protagonisti del calcio italiano, hanno raccontato ricordi, aneddoti e particolari delle proprie esperienze sul campo. Hanno partecipato all’incontro, nel contesto dell’iniziativa ‘La Regione scende in campo’, anche il governatore Stefano Bonaccini, il Sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi e l’Amministratore Delegato della Lega Serie A, Luigi De Siervo.

Il sindaco Vecchi ha rimarcato: “Reggio Emilia è felice di poter essere il teatro nel quale, per la prima volta da molti mesi a questa parte, lo sport potrà incontrare i tifosi. Si conferma la vocazione della città ad accogliere grandi eventi nazionali ed internazionali, e ci auguriamo che possano esserci nuove occasioni anche in futuro”. E’ intervenuto anche Bonaccini: “Siamo felici e orgogliosi di ospitare un altro evento di rilevanza nazionale: è il terzo in pochi mesi, dopo la Supercoppa e la partita della Nazionale contro l’Irlanda del Nord. Ci tengo a ringraziare chi ha confermato la fiducia in questa terra che ancora una volta si dimostra innamorata dello sport, a tutti i livelli. Crediamo fortemente nello sport come veicolo di coesione sociale e di corretti stili di vita”. De Siervo ha infine dichiarato: “Siamo contenti di tornare a Reggio Emilia e in una Regione che crede molto nella ripartenza. Questa finale di TIMVISION Cup suggella un anno incredibile, dalla finale in un Olimpico vuoto ad una manifestazione in cui vogliamo festeggiare con il pubblico sugli spalti. Questa partita poi avrà uno standard produttivo mai visto grazie all’utilizzo di oltre 30 camere, un record per una gara di calcio nel nostro Paese”. Per rimarcare la presenza sul territorio e come ringraziamento del forte contributo alla comunità locale, la Regione Emilia Romagna ha messo a disposizione del personale sanitario dell’Azienda USL di Reggio Emilia i 150 biglietti a propria disposizione per la Finale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Google proroga  lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023

Google proroga lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023