Vodafone in Italia chiude l’anno con ricavi da servizi a 4,45 miliardi di euro (-7,5% ma con un + 1,4% di quelli da servizi di rete fissa)

Vodafone Italia chiude un anno (al 31 marzo 2021) segnato “dalla perdurante intensità competitiva nel segmento mobile e dalla riduzione del traffico roaming causata dall’impatto della pandemia sui flussi di visitatori stranieri in Italia”. I ricavi da servizi a 4.458 milioni di euro sono scesi del 7,5% ma quelli da servizi di rete fissa sono cresciuti dell’1,4%, pari a 1.214 milioni di euro con clienti in banda larga arrivati a circa 3 milioni, in crescita del 3,1% rispetto all’anno precedente. I servizi in fibra di Vodafone raggiungono 25 milioni di famiglie e imprese, di cui 8,4 milioni di unità immobiliari attraverso la propria rete ultra broadband e la partnership con Open Fiber. L’EBITDA, si legge in una nota, è in calo del 12,7% rispetto all’anno precedente a 1.597 milioni di euro.

Come riporta Ansa, prosegue la crescita di ho. Mobile, il second brand di Vodafone che ha raggiunto i 2,5 milioni di clienti.

Vodafone Italia fa il punto anche sulle iniziative avviate e i riconoscimenti ottenuti nel corso dell’anno, durante il quale in sostegno agli studenti “ha offerto la possibilità di accedere alle principali piattaforme di didattica a distanza senza consumare i Giga della propria offerta e ha aderito al programma di digitalizzazione del Paese lanciato dal Governo”.

Aldo Bisio, AD Vodafone Italia

Dal punto di vista dell’infrastruttura ha completato la dismissione della rete su tecnologia 3G; ha coperto con la tecnologia 5G  25 citta’; con la copertura FWA (Fixed Wireless Access) ha raggiunto oltre 5.000 comuni. 

Sul fronte sostenibilità a novembre ha anticipato al 2025 – unica tra le aziende di Tlc in Italia – l’obiettivo di zero emissioni proprie di gas a effetto serra ed è stata inoltre riconosciuta prima nella categoria telecomunicazioni secondo la classifica “Green Star – le aziende più sostenibili 2021 – stilata dall’Istituto tedesco ITQF.

Vodafone chiude dunque l’esercizio 2020-21 con ricavi da servizi stabili (-0,1%) a 37,14 miliardi di euro. Una performance, nell’anno del Covid, che il gruppo definisce “resiliente”. I ricavi del gruppo sono diminuiti del 2,6% a 43,8 miliardi,  l’EBITDA rettificato è diminuito dell’1,2% a 14,4 miliardi. Ma nel secondo semestre, sottolinea una nota, “i ricavi da servizi sono tornati a crescere”.

Nick Read (Foto Ansa – EPA/ALBERTO ESTEVEZ)

“Sono lieto che abbiamo raggiunto risultati per l’intero anno in linea con la nostra guidance – commenta il ceo Nick Read – e siamo usciti dall’anno in accelerazione, con una performance particolarmente buona nel nostro mercato più grande, la Germania”.

“Il mondo è cambiato – prosegue – La pandemia ha mostrato quanto siano cruciali per la società la connettività e i servizi digitali. Vodafone è ben posizionata e, grazie a maggiori investimenti, stiamo agendo ora per assicurarci di svolgere un ruolo di leadership e cogliere le opportunità che questi cambiamenti creano. La crescente domanda per i nostri servizi sostiene la nostra ambizione di  aumentare i ricavi e il flusso di cassa nel medio termine. Rimaniamo completamente concentrati sul deleverage, a migliorare il nostro ritorno sul capitale e un fermo impegno per il nostro dividendo “. Il totale dei dividendi distribuiti durante l’esercizio è stato di 9 centesimi di euro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19

Ok Mediaset a sede legale in Olanda (ma tasse in Italia). Confalonieri: bene difesa UE da Ott; decisi verso polo pan-europeo

Ok Mediaset a sede legale in Olanda (ma tasse in Italia). Confalonieri: bene difesa UE da Ott; decisi verso polo pan-europeo

Cairo: Per La7 20 anni di successi. La rete fa servizio pubblico, meritiamo anche noi una piccola quota di canone 

Cairo: Per La7 20 anni di successi. La rete fa servizio pubblico, meritiamo anche noi una piccola quota di canone