Debutta la newsletter del ministero della Transizione ecologica. Cingolani: Un mezzo per una partecipazione reale e concreta

“Assicurare la massima veicolazione delle informazioni sulle attività prodotte dal MiTE, sia all’interno del sistema della Pubblica Amministrazione, che all’esterno, ai cittadini, alle aziende, alle parti sociali, alle associazioni”. E’ l’obiettivo della newsletter del ministero della Transizione ecologica, oggi al debutto, spiegato nell’editoriale del ministro Roberto Cingolani che sottolinea: “Credo molto nella diffusione della cultura ambientale e nella condivisione delle informazioni quale strumento per arrivare a una partecipazione reale e concreta”.

Roberto Cingolani

A livello più ampio, prosegue Cingolani, “la crisi pandemica ci ha dimostrato come lo scambio di informazioni, ricerca e innovazioni sia di fondamentale importanza nella lotta alle sfide globali, a partire dalla più importante di tutte, quella contro il cambiamento climatico”. Secondo il ministro, “il continuo investimento nella ricerca e nell’istruzione è il modo migliore per combattere la sfida in corso posta da Covid e per affrontare le maggiori sfide poste dal cambiamento climatico: un futuro privo di emissioni di carbonio sarà raggiunto attraverso uno sforzo condiviso, una moltitudine di innovazioni e collaborazioni scientifiche e politiche”.

Il nostro obiettivo, spiega il ministro, “va oltre il raggiungimento dello zero” emissioni di gas serra. “Comprende – spiega Cingolani – l’impegno a definire un piano per proteggere il nostro ambiente dagli impatti del riscaldamento globale e per stabilire una società più giusta e sostenibile”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Italia-Galles, gli Azzurri su Twitter. Ecco le conversazioni TOP e gli hashtag più utilizzati per #UEFAURO2020

Italia-Galles, gli Azzurri su Twitter. Ecco le conversazioni TOP e gli hashtag più utilizzati per #UEFAURO2020

Gentiloni: L’accordo al G20 sull’imposta alle multinazionali non è in conflitto con la digital tax per i grandi gruppi tech

Gentiloni: L’accordo al G20 sull’imposta alle multinazionali non è in conflitto con la digital tax per i grandi gruppi tech

Post Brexit, l’Ue prepara un piano per ridurre serie e film britannici su Amazon e Netflix, “per una maggiore diversità di contenuti

Post Brexit, l’Ue prepara un piano per ridurre serie e film britannici su Amazon e Netflix, “per una maggiore diversità di contenuti