Fake news sul Covid-19, Facebook e Instagram hanno rimosso 18 milioni di contenuti

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

 

“Vero, ho pagato il riscatto agli hacker”. Il CEO di Colonial Pipeline, l’oleodotto preso di mira dagli hacker una settimana fa, spiega così il pagamento del riscatto da 4,4 milioni di dollari: “Non sono contento, ma era la cosa migliore da fare per il Paese”. La scelta di Colonial mette in imbarazzo il sistema politico e giudiziario. A cominciare dalla Casa Bianca. Joe Biden aveva chiesto di non alimentare un fenomeno in crescita, dato che il cybercrime ha già colpito centri di ricerca medica, enti statali e locali, scuole. In media il riscatto richiesto si aggira sui 310mila dollari.

Covid: su Facebook e Instagram rimossi 18 milioni di contenuti. Dall’inizio della pandemia all’aprile 2021 Facebook e Instagram hanno rimosso più di 18 milioni di contenuti a livello globale per la violazione delle policy sulla disinformazione e sui danni legati al Covid-19. Su Facebook, più di 5 milioni di persone hanno usato cornici e adesivi del profilo che caratterizzano chi si è vaccinato, su Instagram sono stati utilizzati più di 7 milioni di volte. Secondo un report di Facebook, la società nel primo trimestre 2021 è intervenuta su 8,8 milioni di contenuti di bullismo e molestie, in aumento rispetto ai 6,3 milioni del quarto trimestre 2020, “anche grazie ai miglioramenti della tecnologia di rilevamento proattivo”. Mentre su Instagram è intervenuta su 5,5 milioni di contenuti di bullismo e molestie.

Nascerà un’agenzia per difendersi dagli hacker. Un decreto legge del governo Draghi darà vita a una Agenzia, incardinata nella presidenza del Consiglio, diversa dai servizi segreti, che avrà come compito dare all’Italia una “cyber­ resilienza”. L’Agenzia avrà un interlocutore continentale, il Centro europeo industriale, tecnologico e di ricerca sulla cybersicurezza che avrà sede a Bucarest, in Romania.

Si dimette a sorpresa il CEO ByteDance. Zhang Yiming, il co-fondatore di ByteDance, cui fa capo la popolare app di videoclip TikTok, ha annunciato a sorpresa che lascerà la carica di Ceo e passerà a un nuovo ruolo entro la fine dell’anno concentrandosi sulla “strategia a lungo termine”. “La verità è che mi mancano alcune delle capacità che rendono un manager ideale. Sono più interessato ad analizzare i principi organizzativi e di mercato che a gestire effettivamente le persone”, ha scritto Zhang in una nota ai dipendenti.

“Così sui social ha costretto una dodicenne a tagliarsi”. Arriva a Milano la prima condanna di un “curatore”, misterioso personaggio che si arrogava il diritto di ordinare le prove per la blue whale challenge e di infliggere le punizioni a chi non riusciva a superarle: una ragazza di 25 anni è stata condannata un anno e mezzo di carcere per atti persecutori e violenza privata aggravati.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Google proroga  lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023

Google proroga lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023