Hearst Italia, giornalisti e lavoratori critici sul piano di incentivazioni dell’azienda

Dopo il piano presentato dall’azienda ecco la reazione dei giornalisti e dei lavoratori grafici di Hearst, molto critici sul depauperamento delle redazioni.

COMUNICATO SINDACALE
Hearst Magazines Italia (HMI e HMC) annuncia un pesante e doloroso piano di riorganizzazione aziendale che prevede il taglio del 50 per cento dei giornalisti.
La notizia è stato data ai due Cdr (Comitati di redazione) e alla Fnsi (Federazione nazionale della stampa italiana) durante un confronto sindacale nel quale l’azienda non ha però illustrato, nonostante le ripetute richieste, alcun progetto editoriale per il futuro delle testate della casa editrice: Elle, Elle Decor, Marie Claire, Marie Claire Maison, Gente, Cosmopolitan ed Esquire.
L’operazione Hearst avviene a fronte di una generosa offerta di incentivi all’esodo con la speranza di svuotare le redazioni, depauperando, però, le stesse di professionalità ed eccellenze formate negli anni. E destrutturando testate che hanno scritto la storia dell’editoria italiana.
I giornalisti Hearst non ignorano la difficile situazione congiunturale che è andata peggiorando con la pandemia, ma ritengono inaccettabile il piano presentato dall’azienda, o meglio “calato dall’alto”, un piano che non dà alcuna garanzia sul futuro e non prevede la condivisione di progetti editoriali.
Un piano difficile da comprendere soprattutto a fronte dei numerosi sacrifici che hanno sopportato negli ultimi anni per salvaguardare i posti di lavoro, ma anche la qualità delle testate e lo stato di salute dell’intera azienda: sacrifici che si sono tradotti in adesione a diversi ammortizzatori sociali quali contratti di solidarietà, cassa integrazione a rotazione e pre-pensionamenti, uno sforzo notevole che pare sia stato completamente inutile.
I cdr HMI E HMC

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Google proroga  lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023

Google proroga lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023