“Alessandro non sarà vero quello che mi dicono?”. “Presidente mi spiace ma è vero”. La telefonata di Berlusconi a Sallusti

Alessandro Sallusti, neo direttore di Libero dopo dodici anni al Giornale, oggi a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, ha raccontato la telefonata che Silvio Berlusconi ha provato a fargli per tentare di convincerlo a rimanere nel quotidiano di famiglia. “Io ho avvisato il mio editore, Paolo Berlusconi, il quale ha avvisato Silvio, che poi mi ha telefonato. Non è stata una chiamata piacevole, non per i toni che col Presidente sono sempre gradevoli, ma perché non è facile dirgli di no”, ha detto Sallusti, secondo quanto riportato da Dagospia.

Sallusti ospite di Floris nella sua prima uscita ty da direttore di Libero

Ha sentito Berlusconi dispiaciuto? “Si, mi piace credere che fosse sincero quando ha fatto un ultimo tentativo per farmi cambiare idea”. Le ha proposto più soldi? “Non era quella la questione, abbiamo avuto un bel rapporto per 12 anni. Per me è stato un momento drammatico”, la sua chiamata “è stato il passaggio più difficile. Ho capito che sarei andato via quando sono riuscito ad attaccare il telefono”. Come ha esordito il Cavaliere al telefono? “Mi ha detto: ‘Alessandro cosa mi combini? Penso che non sia vero quello che mi hanno detto…’ E io gli ho risposto: ‘presidente, mi dispiace ma è vero’”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Diritti Tv. Sky ricorre all’Antitrust: accordo Tim-Dazn lede libertà dei consumatori. Tim:  Sky è soggetto dominante

Diritti Tv. Sky ricorre all’Antitrust: accordo Tim-Dazn lede libertà dei consumatori. Tim: Sky è soggetto dominante

Editori europei alla Commissione Ue: Tutelare società di media più piccole, non sovraccaricarle di obblighi di due diligence

Editori europei alla Commissione Ue: Tutelare società di media più piccole, non sovraccaricarle di obblighi di due diligence

Netflix arruola Steven Spielberg e annuncia una serie di film originali già dalla fine dell’’anno

Netflix arruola Steven Spielberg e annuncia una serie di film originali già dalla fine dell’’anno