IAB Italia sostiene misurazioni dell’audience standardizzate e condivise da tutto il settore dell’adv

IAB Italia, l’associazione di riferimento dell’adv digitale, segnala – in una nota – l’impellente necessità di misurazioni dell’audience standardizzate e condivise del settore per un corretto ed equilibrato sviluppo del mercato.

Carlo Noseda

“Alla luce del dibattito in corso a livello mondiale e nazionale – anche in forza delle imminenti discontinuità tecnologiche (eliminazione dei cookie di terze parti) – come associazione riteniamo sia fondamentale creare sistemi di misurazione basati sulla massima convergenza e confrontabilità dei mezzi e sulla più ampia rappresentatività di tutti gli operatori della filiera – ha dichiarato Carlo Noseda, Presidente di IAB Italia.

Con l’accelerazione del digitale che ha permeato tutti i settori, occorre ripensare la valutazione del ritorno degli investimenti sui diversi mezzi impiegati. Il tema della qualità e della trasparenza dell’advertising è cruciale per poter attirare nuovi investimenti. Questo sia lato domanda, che richiede una valutazione integrata cross-piattaforma delle campagne, sia dell’offerta a veder valorizzata la qualità dei propri spazi.

“È evidente a tutti che sarà proprio il digitale a consentire l’integrazione della misurazione dei diversi mezzi e a garantire una rappresentazione più efficace degli impatti cross-piattaforma e cross-device della pubblicità. Per questo l’introduzione di metriche standardizzate è non solo necessaria, ma fondamentale: continuiamo a parlare di viewability e brand safety ma alla fine le aziende sono propense a investire soprattutto negli OTT che non offrono una garanzia oggettiva sull’efficacia dei propri mezzi, eppure rappresentano in Italia il 78% del mercato internet media” – prosegue Noseda.

Nonostante le difficoltà tecniche e finanziarie – prosegue la nota Iab Italia – non si può disperdere l’opportunità generata dall’attuale discontinuità per fare sistema. Il settore ha bisogno di un sistema di misurazione dell’audience pubblicitaria in linea con le attuali forme di consumo dei media da parte degli utenti. Il rilancio degli investimenti si favorisce laddove il mercato offre una voce univoca e utilizza metriche oggettive e non autoreferenziali, soprattutto da parte degli operatori dominanti.

IAB Italia, – conclude la nota – anche in virtù delle competenze ed esperienze acquisite in altri mercati internazionali dove è presente, è a disposizione per collaborare con le altre Associazioni del settore e Autorità per concorrere a definire la migliore soluzione per il mercato italiano.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Google proroga  lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023

Google proroga lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023