Nasce il comitato scientifico di Luce! Un laboratorio permanente di progetti e idee per il progetto digitale del Gruppo Monrif

Si evolve il nuovo progetto digitale di QN QUOTIDIANO NAZIONALE, IL RESTO DEL CARLINO, LA NAZIONE E IL GIORNO creato per parlare di diversità, uguaglianza, inclusione e coesione sociale: storie, grandi inchieste e opinioni, personaggi dall’Italia e dal mondo per dare voce ai grandi cambiamenti sociali. LUCE! si arricchisce anche grazie al partecipazione di  BIBO DIESSE, ENEL, RUFFINO e TIM, partner che hanno creduto nel progetto e contribuiranno, insieme agli esponenti del board,  alle riflessioni etiche sui temi che saranno lo stimolo per intercettare e cavalcare il cambiamento.

 ‘Cambiare significa crescere, e crescere significa fare i conti con le proprie diversità. Essere inclusivi – si legge nel comunicato – significa invece riconoscere che non esiste un solo modo per fare parte di una società, di una famiglia, di un’azienda. Significa, in buona sostanza, accettare la diversità altrui come parte di qualcosa che non ci è estraneo, ma che ci riguarda profondamente da vicino.

Che non ci pone quindi in una posizione giudicante, ma nella posizione di chi spera di capire e di conoscere. – Con queste parole Agnese Pini, direttrice de La Nazione, presenta LUCE!, lo spazio digitale attivo e multiforme, sito, social, video e audio, che cura coordinando ogni giorno il lavoro di un pool di giornalisti appartenenti a tutte le testate del Gruppo Monrif: QN Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno. -Luce! nasce con l’ambizione di intercettare in maniera sistematica i mutamenti che attraversano la società contemporanea, raccontando storie che possano diventare l’ossatura narrativa di un processo di cambiamento in cui tutti noi siamo coinvolti. Ed ecco perché la prima parola chiave di questo spazio digitale è diversità. La pandemia ha trasformato e sta trasformando a una velocità impensabile il nostro modo di vivere, di lavorare, di amare, di studiare, di coltivare affetti, rapporti e desideri.

Ha creato i presupposti per portare in superficie nuove battaglie sociali ed etiche, nuovi conflitti ma anche nuove e inattese prospettive di coesione e di inclusione: non a caso le altre due parole chiave del progetto sono inclusione e coesione. Perché essere solidali, e anche questo in fondo ce lo ha insegnato il Covid,  può diventare spesso la risorsa più importante per farci evolvere o addirittura per farci sopravvivere. Lo vediamo e lo raccontiamo in tutti quegli spiragli di Luce che la cronaca continua a offrirci: ogni storia, perfino la più minuta e apparentemente insignificante, ha in sé il seme dell’universalità. E può diventare lo spunto per nuove riflessioni etiche, lo stimolo che infine ci consente di intercettare e cavalcare il cambiamento.

Le sfide editoriali che vedono coinvolta la redazione spingono i giornalisti di Luce! a confrontarsi ogni giorno nell’interpretazione e nel racconto di temi in continua evoluzione: diritti umani, condizione femminile, sessualità, etica del fine vita, sostenibilità aziendale, economia green, rivoluzione digitale, social network e tutti i rivoli di una società fluida tanto nel lavoro, quanto nella comunicazione e nei sentimenti. Anche per questo è stato proposto a personalità del mondo accademico, associativo, manageriale, di far parte di un comitato scientifico che condivida il progetto Luce! sposandone tematiche, causa e obiettivi. Il comitato è anche una voce critica, per stimolare nuovi contenuti o diventare pungolo nel dibattito che sta nascendo.

 Il comitato scientifico – continua il comunicato – raccoglie voci poliedriche, tutte autorevolissime: oltre ad Agnese Pini, i direttori delle altre testate del Gruppo Monrif Michele Brambilla e Sandro Neri, il sondaggista Nando Pagnoncelli, la filosofa Laura Boella, l’economista comportamentale e senior advisor sul talento Luisa Bagnoli, lo scrittore e sceneggiatore Ivan Cotroneo, il dirigente sportivo e pentatleta Luca Pancalli, l’attivista e filantropa dell’edutainment Claudia Segre, l’imprenditore sociale Luca Trapanese, scrittrice e founder di Venti Sofia Viscardi, oltre ai rappresentanti delle realtà economiche e imprenditoriali che hanno da subito sposato lo spirito di LUCE!: Francesco Paolo Di Santo, cofounder del Gruppo BIBO DIESSE e Francesco Sorelli, Direttore Comunicazione RUFFINO,. Personalità accomunate da sensibilità, curiosità, spirito critico e, soprattutto, da una rara capacità di intercettare e di narrare il cambiamento che è insita nei loro stessi percorsi professionali, umani, artistici.

 Unirli nel board dedicato al nuovo progetto editoriale equivale a dare vita a un ideale laboratorio permanente di proposte e di stimoli che si articolerà in più tappe, condensandosi poi in quattro momenti di dibattito dedicati ad altrettanti temi cari a Luce!  – con webinar dedicati – declinati in appositi documenti, e raccontati attraverso articoli digitali e cartacei, per lasciare testimonianza di un work in progress che non ritiene certo di esaurirsi con il lavoro di Luce!, ma a cui Luce! spera di contribuire con una voce originale, autonoma e soprattutto libera.

 A coronamento di questo percorso verrà istituito un premio annuale dedicato ai temi della diversità, dell’inclusione e della coesione, che sono i pilastri su cui si sorregge l’intera iniziativa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La Bora racconta Trieste sui podcast

La Bora racconta Trieste sui podcast

Parte su Rtl 102.5 la classifica “Power Hits Estate 2021” per decretare il tormentone musicale dell’estate   

Parte su Rtl 102.5 la classifica “Power Hits Estate 2021” per decretare il tormentone musicale dell’estate   

Giornale.it e Cocooners lanciano OVER, una sezione con contenuti e servizi dedicata agli Active agers della silver economy

Giornale.it e Cocooners lanciano OVER, una sezione con contenuti e servizi dedicata agli Active agers della silver economy