Microsoft pensa a Windows 11: Sarà un grande aggiornamento, nuove icone e lancio a fine anno

Alla conferenza Build, che Microsoft dedica alla sua community di sviluppatori, il ceo Satya Nadella ha fornito alcune anticipazioni su Windows 11, il prossimo aggiornamento del sistema operativo per computer, atteso per fine anno.  “La nuova generazione di Windows sarà

presentata nel corso dei prossimi mesi” ha annunciato il capo di Microsoft. “Si tratta di uno degli aggiornamenti più significativi di Windows negli ultimi dieci anni, ne sono incredibilmente entusiasta”.

Satya Nadella (Foto Ansa/EPA/DIVYAKANT SOLANKI)

Microsoft finora non ha rivelato molto su Windows 11, nome in codice Sun Valley, ma Nadella ha spiegato che il lavoro dietro le quinte ha comportato una massiccia riprogettazione visuale dell’esperienza utente.

Come riporta Ansa, ci saranno ad esempio nuove icone e la relativa dismissione di quelle esistenti sin dall’arrivo di Windows 95; gli angoli geometrici lasceranno spazio a forme più arrotondate e anche il menu Start è stato rimodulato, per mostrare più informazioni utili con il passare del tempo. Inoltre, è previsto un nuovo Windows app store, allargato, dove gli sviluppatori potranno inviare ogni tipologia di applicazione per Windows, inclusi browser come Chrome o Firefox, fino ad oggi esclusi. Questo permetterà, secondo gli esperti, di restituire uno scenario simile a quello che interessa i negozi di app per smartphone, App Store e Play Store, dove la presenza di un programma ne certifica, almeno in parte, la sicurezza e l’assenza di malware e virus. A dire il vero, Nadella non si è rivolto a Windows con la numerazione “11”. Sin dal lancio di Windows 10 infatti, Microsoft ha dichiarato di voler abbandonare la sequenza numerica, lanciando semplicemente degli aggiornamenti periodici, senza stravolgere l’idea di fondo del software.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Diritti Tv. Sky ricorre all’Antitrust: accordo Tim-Dazn lede libertà dei consumatori. Tim:  Sky è soggetto dominante

Diritti Tv. Sky ricorre all’Antitrust: accordo Tim-Dazn lede libertà dei consumatori. Tim: Sky è soggetto dominante

Editori europei alla Commissione Ue: Tutelare società di media più piccole, non sovraccaricarle di obblighi di due diligence

Editori europei alla Commissione Ue: Tutelare società di media più piccole, non sovraccaricarle di obblighi di due diligence

Netflix arruola Steven Spielberg e annuncia una serie di film originali già dalla fine dell’’anno

Netflix arruola Steven Spielberg e annuncia una serie di film originali già dalla fine dell’’anno