Zingaretti contro il nuovo centro Rai a Milano: l’audiovisivo, la produzione televisiva, la tv pubblica sono proprie di Roma

“Penso innanzitutto che un Cda in scadenza, come è quello della Rai, dovrebbe evitare scelte così strategiche a poche settimane dalla sua cessazione”. Così al Messaggero, Nicola Zingaretti sulla decisione, adottata dal Consiglio d’amministrazione Rai in scadenza, di finanziare la realizzazione di un nuovo centro della tv pubblica a Milano, dando vita di fatto a una vera e propria Saxa Rubra del Nord.

“Mi sono sempre battuto per il rafforzamento di tutte le città italiane, senza sterili campanilismi – aggiunge il governatore del Lazio – Ma è anche vero che ogni città ha le proprie vocazioni, che derivano dal tempo, dalla tradizione e da consolidate esperienze: e l’audiovisivo, la produzione televisiva, la tv pubblica sono proprie di Roma, della Capitale d’Italia e del Lazio”.

“Il nostro è il principale territorio dell’audiovisivo in Italia – conclude Zingaretti – quello con più produzioni e più investimenti, anche grazie alla Regione Lazio: in quest’ anno straordinario, ci siamo confermati la Regione italiana che investe di più nel comparto, la seconda in Europa. Quasi 30 milioni di euro in un anno per contrastare la crisi del settore, per aiutarlo a condividere, crescere, incontrare il mondo. La Regione Lazio dal 2013 ha investito circa 150 milioni di euro a sostegno del comparto del cinema e dell’audiovisivo. Penso quindi che sopportare e supportare questo profilo, senza inutili forzature, sia un bene per tutto il Paese”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Diritti Tv. Sky ricorre all’Antitrust: accordo Tim-Dazn lede libertà dei consumatori. Tim:  Sky è soggetto dominante

Diritti Tv. Sky ricorre all’Antitrust: accordo Tim-Dazn lede libertà dei consumatori. Tim: Sky è soggetto dominante

Editori europei alla Commissione Ue: Tutelare società di media più piccole, non sovraccaricarle di obblighi di due diligence

Editori europei alla Commissione Ue: Tutelare società di media più piccole, non sovraccaricarle di obblighi di due diligence

Netflix arruola Steven Spielberg e annuncia una serie di film originali già dalla fine dell’’anno

Netflix arruola Steven Spielberg e annuncia una serie di film originali già dalla fine dell’’anno