Al Festival dell’Economia di Trento tra gli economisti si discute del progetto piccoli finanziatori dell’Inter

Festival dell’Economia, Teatro Sociale di Trento. Ieri, in attesa dell’inaugurazione tra gli economisti si discute del progetto di spazio per piccoli finanziatori dell’Inter. 

Progetto che  tra i più noti sostenitori vede schierati Cottarelli e Mentana.   Il giornalista, super tifoso nerazzurro, in un recente post du Facebook ha scritto:

«C’è la possibilità di un azionariato popolare per l’Inter? Certo. C’è la possibilità di un percorso che porti alla quotazione in borsa? Certo. Ci sono capitali adeguati? Certo. In questi tre anni (da quando lanciai la proposta) migliaia di persone si sono fatte avanti. Non è una colletta, non è una raccolta di beneficenza. Si tratta di comprare ciascuno un pezzetto di società, che un giorno diventerà un pacchetto di azioni. Né un regalo né un investimento», ha spiegato. «Facile? No. Chi prende la proprietà di una società difficilmente la condivide. Figuriamoci chi vive a diecimila kilometri di distanza, e non sente su di sé il respiro di una tifoseria lontana. Gli Zhang hanno fatto molto per l’Inter, è giusto essere grati per uno scudetto che appartiene in parte cospicua a loro, sostenitori del progetto di Conte e Marotta. Ma la società nerazzurra è qualcosa di lontanissimo dal loro core business e dai loro interessi e vincoli», ha aggiunto. «Non c’è tifoso che non sappia cosa è successo all’altra società di calcio di loro proprietà, lo Jiangsu Suning. Otto mesi fa – ha aggiunto ancora – vinse lo scudetto cinese, due mesi fa è stata sciolta, da un giorno all’altro, senza più pagare nessun contratto. Anche per questo è giusto che la tifoseria nerazzurra si tuteli, proponendosi intanto come partner di minoranza nella proprietà. Anche per scongiurare il rischio che uno starnuto a Nanchino diventi uragano a Milano. Come è già successo e sta succedendo in queste ore». «I tifosi dell’Inter sono tanti, il pubblico pagante più forte d’Italia in tutti gli scorsi anni prima che la pandemia svuotasse gli stadi. Possono diventare i protagonisti del primo esempio italiano di azionariato popolare. Perché non provarci?», ha concluso.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Diritti Tv. Sky ricorre all’Antitrust: accordo Tim-Dazn lede libertà dei consumatori. Tim:  Sky è soggetto dominante

Diritti Tv. Sky ricorre all’Antitrust: accordo Tim-Dazn lede libertà dei consumatori. Tim: Sky è soggetto dominante

Editori europei alla Commissione Ue: Tutelare società di media più piccole, non sovraccaricarle di obblighi di due diligence

Editori europei alla Commissione Ue: Tutelare società di media più piccole, non sovraccaricarle di obblighi di due diligence

Netflix arruola Steven Spielberg e annuncia una serie di film originali già dalla fine dell’’anno

Netflix arruola Steven Spielberg e annuncia una serie di film originali già dalla fine dell’’anno