Venerdì 4 e Sabato 5 giugno Rai1 fa doppietta con la Nazionale e con Il Volo

Primo week end di giugno caratterizzato dal calcio, ma sotto forma di aperitivo degli Europei di calcio che saranno il piatto forte di Rai e Sky dalla prossima settimana in poi. Nella serata tv di venerdì 4 sull’ammiraglia pubblica l’amichevole ‘Italia-Repubblica Ceca’ ha distanziato Quarto Grado e i tanti film in griglia. e poi sabato 5 il concerto-tributo de Il Volo per Ennio Morricone ha battuto facilmente la concorrenza della replica di ‘The Winner Is’, ricollocato su Canale5.

 

Venerdì 4 Giugno. Ecco la graduatoria in termini di ascolti. Italia-Repubblica Ceca per 4,6 milioni di tifosi. Il film di Canale 5 e Nuzzi battono le pellicole di Rai2 e di Italia 1

Su Rai1 la partita amichevole Italia-Repubblica Ceca, vinta per quattro a zero dagli Azzurri di Roberto Mancini, ha conseguito 4,6 milioni di spettatori con il 20,9% (sette giorni prima Italia- San Marino aveva avuto 2,995 milioni di spettatori ed il 13,1%.)

Su Canale 5 il film in prima tv ‘The Choice-La Scelta’, con Benjamin Walker, Teresa Palmer e Maggie Grace, ha avuto 1,987 milioni di spettatori e 10,5%.

Su Rete4 ‘Quarto Grado- Le storie’, con Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero alla conduzione, e la storia di Denise Pipitone ancora in primo piano, ha conseguito 1,770 milioni e 10,7% (1,840 milioni di spettatori e 10,8% sette giorni prima).

Su Rai2 la pellicola in prima tv ‘Quel bambino non sarà mai tuo’ con Emmanuelle Vaugier, Hannah Bamberg, Josh Ventura, ha riscosso 1,151 milioni ed il 5,3% e Blue Bloods a 1,145 milioni e 5,2%.

Su Italia1 ‘Interstellar’, con Matthew McConaughey e Anne Hathaway, ha totalizzato 1,099 milioni di spettatori e 6,6%.

Su Rai3 ‘Sissi, la giovane imperatrice’, con Romy Schneider e Karlheinz Böhm, ha conquistato 1,049 milioni di spettatori ed uno share del 4,9%.

Su La7 ‘Propaganda Live’, con Diego Bianchi alla conduzione, ha portato a casa 800mila spettatori con il 5,2% (861mila spettatori ed il 5,1% sette giorni prima).

 

Sabato 5 giugno. Spicca ancora Rai1 con i tre de Il Volo, che raccolgono lo stesso numero di spettatori della Nazionale la sera prima. Gli altri si difendono

 

Su Rai1 lo spettacolo evento ‘Il Volo-Tributo a Ennio Morricone’, con Riccardo Cocciante, Nina Zilli, Stefano Bollani, Salvatore Cascio, Laura Chiatti, Marco Giallini e Andrea Griminelli tra gli ospiti di Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, ha conquistato 4,7 milioni di spettatori ed il 25,8%.

Su Canale 5 la replica di ‘The Winner Is’, con Gerry Scotti alla conduzione, si è fermata a 1,7 milioni di spettatori e 10,4%. Hanno corso quasi appaiate Italia1, Rai2, Rai3.

Su Italia 1 la pellicola ‘Guardiani della galassia’, con Chris Patt, Zoe Saldana, ha avuto 1,194 milione di spettatori e 6,3% di share.

Su Rai2 il telefilm F.B.I.  ha conquistato 1,2 milioni di spettatori e il 6%, e poi ‘Blue Bloods’ è arrivato 1,152 milioni e 5,7%.

 

Su Rai3 ‘Sapiens- Un solo pianeta’, con Mario Tozzi alla conduzione, si è attestato a 1,093 milioni di spettatori e il 6% di share. Non molto distante Rete4: ‘Colpevole d’innocenza’ con Tommy Lee Jones e Ashley Judd, ha totalizzato 1,038 spettatori e 5,4% di share. Più staccata La7: la serie cult ‘Downtown Abbey’ ha avuto 336mila spettatori e 1,8% di share.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL, BEST PERFORMING e TOP PAID POST. Anche a maggio il podio è tutto per Sky Sport, Cronache di spogliatoio e Fanpage

TOP MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL, BEST PERFORMING e TOP PAID POST. Anche a maggio il podio è tutto per Sky Sport, Cronache di spogliatoio e Fanpage

Italia-Galles, gli Azzurri su Twitter. Ecco le conversazioni TOP e gli hashtag più utilizzati per #UEFAURO2020

Italia-Galles, gli Azzurri su Twitter. Ecco le conversazioni TOP e gli hashtag più utilizzati per #UEFAURO2020

Gentiloni: L’accordo al G20 sull’imposta alle multinazionali non è in conflitto con la digital tax per i grandi gruppi tech

Gentiloni: L’accordo al G20 sull’imposta alle multinazionali non è in conflitto con la digital tax per i grandi gruppi tech