Next Digital Publishing acquisisce Mister Gadget e rilancia il brand MisterGadget.Tech

Mister Gadget, lo storico blog di tecnologia fondato da Luca Viscardi, attivo da più di dieci anni, è stato acquisito dalla startup innovativa Next Digital Publishing ed è diventato MisterGadget.Tech, con l’obiettivo di trasformarlo in una consolidata realtà editoriale, digitale, verticale e multimediale.

MisterGadget.Tech si presenta con una nuova brand identity sviluppata dall’agenzia Raccontent, sotto la direzione creativa di Giandomenico Puglisi, e il nuovo claim evocativo del taglio editoriale “Your best tech friend”. Ha una sound identity e un logo appositamente creati dal musicista e compositore Giovanni Schievano (Soundrivemotion), per firmare e accompagnare la produzione audio e video con la videografica appositamente curata da Blackorange Studio.

È nuova – come si legge nel comunicato – sia la grafica del sito www.mistergadget.tech, ora mobile-first, sia l’organizzazione dei contenuti e sono già in fase di sviluppo ulteriori importanti innovazioni. Contemporaneamente, è stata avviata una nuova presenza sui social network e per produrre video e podcast secondo i nuovi format è stato anche fatto un importante investimento, creando una redazione e un nuovissimo studio di posa di proprietà.

Tutto questo grazie a un nuovo team di sette professionisti, in rapida crescita, composto da addicted digitali, più e meno giovani, tutti esperti e appassionati di editoria multimediale. Nei prossimi mesi verrà sostenuto un importante investimento in tecnologia, cosa che permetterà di massimizzare l’experience offerta agli utenti e di puntare a raggiungere ambiziosi traguardi editoriali e commerciali.

Il progetto MisterGadget.Tech ha già iniziato a sviluppare un interessante audience verticale, aggregando una community di tech lover: al contempo, il team si è focalizzato per riuscire a offrire alle aziende nuove, migliori e più efficaci opportunità di comunicazione commerciale.

Una modalità pragmatica e moderna di mettere a disposizione delle aziende il proprio pubblico, facendo da garante per audience e investitori, nel pieno rispetto dei diritti degli utenti, con un vero impegno etico e di trasparenza.

 

Quindi addressable display adv in programmatic ma, anche e soprattutto, branded content, affiliazioni e valorizzazione dei dati degli utenti con modalità rigorosamente GDPR compliant. Competano la produzione in service per conto terzi di podcast e dall’autunno il lancio di esclusive video web series sui temi tech con il duplice obiettivo di fare informazione o, meglio, edutainment sui temi legati alla digitalizzazione non ancora così chiari e scontati per il grande pubblico (ma solo agli addetti ai lavori) e presentare/proporre in continuità soluzioni e prodotti concreti e disponibili, promossi dalle aziende partner/sponsor, pronti per l'adozione.

MisterGadget.Tech – continua la nota – si prefigge di diventare un punto di riferimento per la digitalizzazione, la scoperta delle novità e la scelta di prodotti e servizi tech e, contemporaneamente, per le aziende una nuova opportunità per comunicare e promuovere nel miglior modo e a un costo competitivo commisurato ai risultati, prodotti e servizi tech a un pubblico in target, attento e soprattutto interessato, consapevole e coinvolto.

“Siamo coscienti delle difficoltà contingenti, ma felici di aver intrapreso questa nuova sfida che scommette sul fatto che, in questa nuova epoca digitale, grazie a un diverso approccio e alla tecnologia, si può rendere nuovamente redditizia anche l’attività editoriale – dichiara Massimo Pietro Colombo, Founder & CEO di Next Digital Publishing -. Innanzitutto, è un cambio culturale, un’innovazione di processo che mette al primo posto la tecnologia, che valorizza il lavoro giornalistico senza contrapporlo a quello dei contributor e che si fa guidare, in modo pervasivo, dai dati. È frutto della comprensione e dello ‘sfruttamento’ di un complesso e articolato ecosistema digitale, abbinato alla ricerca di nuove e diverse modalità di monetizzazione, in un attento e delicato equilibrio tra interessi degli utenti e delle aziende”.

“Oggi oltre a saper scrivere, è fondamentale essere multimediali, bisogna saper stare in video ed essere in grado di registrare un podcast. Bisogna vedere e pensare il mondo editoriale partendo dallo smartphone e considerare la propria audience una community, persone vicine con cui si condividono interessi e valori comuni e con cui si interagisce e ci si confronta, pronti, quando e se serve, anche a scambiarsi i ruoli – commenta Luca Viscardi, Founder & Editor in Chief di MisterGadget.Tech -. La tecnologia media il lavoro giornalistico, ma non per questo lo snatura, semplicemente lo ridisegna. Allo stesso modo non si può più pensare a un mondo separato o peggio contrapposto rispetto alle aziende investitrici, che sono invece parte integrante, seppur con ruoli e accorgimenti diversi, della stessa community. Riuscire a trasformare la passione di sempre in un’attività di impresa è insieme uno stimolo, una responsabilità e un grande privilegio”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Nasce InGood, prima agenzia italiana che unisce tech, content production e idee per il marketing

Nasce InGood, prima agenzia italiana che unisce tech, content production e idee per il marketing

Tim dedica uno spot al calcio, la più grande passione degli italiani. La campagna in anteprima su RAI 1 per Italia-Svizzera

Tim dedica uno spot al calcio, la più grande passione degli italiani. La campagna in anteprima su RAI 1 per Italia-Svizzera

ENI Live Station: la piattaforma di servizi si allarga con TBWA

ENI Live Station: la piattaforma di servizi si allarga con TBWA