Laganà, Cda Rai: superiamo gli steccati e guardiamo i fatti; le voci corridoio danneggiano l’Azienda

“Durante gli ultimi mesi non mi hanno colpito le critiche, anche le più aspre: sono parte di una sacrosanta dialettica inerente ad un tema così complesso come il Servizio Pubblico. I giudizi più duri che mi hanno fatto molto riflettere sono stati invece quelli in cui si diceva ‘non conosco Laganà ma mi dicono che ha fatto…’ oppure ‘Riccardo mi dicono abbia detto che…’. Ecco, il mio appello è proprio questo: superiamo gli steccati”. Riccardo Laganà, ringraziando sui social i dipendenti che lo hanno rivotato, rinnovando con 2.888 sì (rispetto ai 1.916 di tre anni fa) il suo mandato in Cda, coglie l’occasione anche per sollecitare tutti a valutare cosa fa e dice realmente. Un sassolino tolto dalla scarpa, prima che ricominci l’attività del nuovo board. E una sollecitazione ad un confronto continuo.

“Conosciamoci, incontriamoci (ora sul web poi di persona quando sarà possibile) e poi valuterete in piena autonomia e consapevolezza (positivamente o negativamente) non sulla ‘relata refero’ quanto piuttosto sulle mie decisioni, parole pubbliche o atti formali in Cda – scrive – Spesso le voci di corridoio, i ‘non virgolettati’ trovati su qualche sito web e talvolta, qualche concetto messo in giro un po’ ad arte descrivono situazioni e miei pensieri molto distanti dalla realtà, se non addirittura totalmente infondati che danneggiano il mio lavoro, il vostro sacrosanto diritto alla conoscenza e poi, soprattutto, la Rai. Questo vorrei fosse un messaggio che arrivasse forte ovunque, non solo alle ed ai dipendenti tutti, ma anche alle organizzazioni sindacali, alle rsu, alle associazioni e chiunque abbia voglia, interesse e necessità di condividere la mia azione in consiglio”.

“Parliamo e confrontiamoci – rimarca Laganà – con l’unico intento di difendere e valorizzare Rai Servizio Pubblico. Non sono mai stato interessato e non posso svolgere ruoli diversi del consigliere di amministrazione, né in prospettiva ho intenzione di ricoprire posizioni aziendali, vorrei solo esercitare bene con integrità, serietà e trasparenza il mio ruolo. Non è stato facile, non lo sarà, ma è ciò che continuerò a fare. Sarò al fianco di tutti, spero voi continuerete ad esserlo al mio”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Google proroga  lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023

Google proroga lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023