Martorelli (Rai): storia, arte e lettura italiana sono l’arma vincente per le nostre fiction internazionali

 

“La storia, l’arte e la lettura italiana sono un punto di partenza e un’arma vincente per guadagnare spazio sul mercato internazionale”. Lo sostiene Simona Martorelli, direttrice Relazioni Internazionali e Affari Europei della Rai, durante un incontro organizzato dalla Rai in occasione del Prix Italia 2021. Negli ultimi due anni, ha detto, “ci siamo resi conto di quanto sia necessario scambiare contenuti visto che le produzioni erano bloccate. La Rai oggi si concentra sul mercato glocal e internazionale. Questa è la strategia della Rai: non possiamo immaginare un futuro senza cooperazione e connessioni globali, un futuro senza la diffusione di prodotti condivisi”, ha sottolineato Martorelli.

Simona Martorelli

“Quello su cui dobbiamo confrontarci sono i punti forti del servizio pubblico italiano: abbiamo creato un circolo virtuoso di prodotti qualità nazionali e internazionali. L’ambiente italiano è molto ricco: storia e arte rivestono un’importanza capitale, la bellezza del Paese sono elementi universali, che permettono l’identificazione dei cittadini”. Un esempio sono alcune fiction come ‘l’Amica Geniale’, ‘I Medici’, ‘Il nome della Rosa’ e, una delle ultime, ‘Leonardo’. Per la Rai “l’apertura è fondamentale, siamo aperti alla cooperazione e stiamo siglando memorandum con altri servizi pubblici”, sottolinea.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Andrea Duilio assume la guida di Sky Italia come amministratore delegato

Andrea Duilio assume la guida di Sky Italia come amministratore delegato

#TOKYO2020: FEDERICA PELLEGRINI IN SEMIFINALE COL BRIVIDO! RIVIVI LA SUA BATTERIA DEI 200SL – IL VIDEO DI EUROSPORT

#TOKYO2020: FEDERICA PELLEGRINI IN SEMIFINALE COL BRIVIDO! RIVIVI LA SUA BATTERIA DEI 200SL – IL VIDEO DI EUROSPORT

Agcom, Lasorella in Parlamento: Nostra sfida è governare la transizione digitale,  preoccupa l’indebolimento dell’industria dei media

Agcom, Lasorella in Parlamento: Nostra sfida è governare la transizione digitale,  preoccupa l’indebolimento dell’industria dei media