Gentiloni: L’accordo al G20 sull’imposta alle multinazionali non è in conflitto con la digital tax per i grandi gruppi tech

Condividi

L’accordo al G20 sull’imposta alle multinazionali “non è in conflitto” con la tassazione dei grandi gruppi del tech, si tratta di due imposte “complementari” per creare “un sistema fiscale equo e moderno”. Lo ha detto il commissario europeo per l’Economia, Paolo Gentiloni, nel corso di un’audizione alla commissione per gli Affari economici del Parlamento europeo.

Paolo Gentiloni (foto Ansa)

Bruxelles intende svelare la sua proposta di tassazione a luglio soltanto dopo la riunione del G20 Finanze del 9 e 10 luglio a Venezia per non “interferire” nei negoziati, ha spiegato Gentiloni, sottolineando che la proposta Ue non sarà “discriminatoria” e non comporterà “doppie imposizioni”.