L’Italia vince anche Cannes. Ma 30 Leoni su 32 sono di Publicis

Tre magnifici progetti di comunicazione – di Essity, Nike e Lacoste – hanno ottenuto il Gran Prix a Cannes nella categoria ‘Film’, che mantiene ancora un vissuto e un significato preminente rispetto a tutti gli altri riconoscimenti della più imponente manifestazione globale della pubblicità, quest’anno in edizione virtuale e digitale.

I Gp nei film

Coinvolge e diverte “Crocodile Inside” di Betc Paris per Lacoste, epico e intenso come la voce di Edith Piaf che ne sostiene lo sviluppo drammaturgico (https://www.youtube.com/watch?v=X3JFDNDK-h4). Commuove e motiva “Nike: You can’t stop us” di Wieden+Kennedy Portland (https://www.youtube.com/watch?v=WA4dDs0T7sM&t=50s), sia pure nel solco di stilemi rodati. E indubbiamente colpisce molto #Wombstories Libresse di AMV BBDO London (che è stata eletta Agency of the Festival) per Essity (https://www.youtube.com/watch?v=JZoFqIxlbk0&t=1s), tre minuti emozionanti e ambiziosi che hanno vinto anche il Gp in Titanium.

Per Publicis 30 dei 32 leoni italiani, seconda dietro AMV BBDO London tra le agenzie

L’Italia ha fatto ancora una volta un’ottima figura grazie soprattutto a Publicis Italia. In totale la nostra compagine è tornata a casa con 32 premi, con la conferma ai vertici di Coordown, che stavolta ha vinto due Leoni con “The Iring Chain” di Indiana Production e Small (https://www.youtube.com/watch?v=9XjXD4YG1p0&t=5s).

Tutti gli altri Leoni sono entrati nel carniere dell’agenzia guidata da Bruno Bertelli (global cco Publicis Wolrdwide, cco Publicis Groupe Italy and ceo Le Pub Amsterdam) e Cristiana Boccassini (cco Publicis Italy and Le Pub Amsterdam, ceo Publicis Italy), che ha quindi portato a casa, complessivamente, un Grand Prix, un Titanium, sei Ori, nove Argenti e tredici bronzi.

La forza di Francesca

Nella citata categoria ‘Film’, Publicis ha vinto un oro e un argento con lo spot “Francesca” per Diesel (https://www.youtube.com/watch?v=535_479z-hM),  ed un bronzo con lo spot “We’ll Meet Again” di Heineken, realizzato con Division Paris (https://www.youtube.com/watch?v=VO1FtdFH1q0).

“Francesca” ha conquistato due ori e tre argenti in ‘Film Craft’ e un bronzo in ‘Social & Influencer’, ma non sono stati solo Heineken e Diesel a festeggiare con Publicis.

Publicis ha portato sul podio anche Barilla (per “Playlist Timer” quattro bronzi in ‘Social & Influencer’, ‘Direct’, ‘Entertainment for Music’ e ‘Audio e Radio’), Bottega Veneta (per “The Invisible Store” un argento e un bronzo in ‘Outdoor’) e Netflix (per “The Crown” un bronzo in ‘Social & Influencer’). Con questi risultati l’agenzia italiana si è aggiudicata il secondo posto nella graduatoria delle ‘Agency of the Year’, ma il primo in ‘Best Agency in the Communication Track’.

L’idea forte e utile di Shutter Ads

Il tema della resilienza post covid e durante covid, che ha generato il bronzo del ‘Film’ per Heineken, ha fatto conseguire alla marca della birra un importantissimo Grand Prix in ‘Outdoor’ con “Shutter Ads”, ovverosia la intelligente piattaforma lanciata da Heineken a livello internazionale, che ha trasformato le saracinesche chiuse di 5000 bar in un nuovo media, dando ad un settore in difficoltà un contributo concreto per superare la crisi. “Shutter Ads” ha vinto anche un Argento, sempre nella categoria ‘Outdoor’ e un Argento nella categoria ‘Media’.

Altro riconoscimento di grande valore strategico, il Titanium, dedicato ai progetti che cambiano le regole della comunicazione.  Un riconoscimento se lo è aggiudicato “Enjoy Before returning” di Diesel con la campagna, ispirata al fenomeno mondiale del wardrobing, che ha vinto vince anche altri sette Leoni, tra cui tre Ori rispettivamente nelle categorie ‘PR’, ‘Direct’ e ‘Brand Experience’, un Argento in ‘Creative Ecommerce’, tre Bronzi rispettivamente in ‘Creative Ecommerce’, ‘Social & Influencer’ e ‘Print & Publishing’.

I premi buoni

Il Grand Prix di “Glass: The Lion for Change”, la sezione ideata per premiare le campagne sull’inclusione e la diversità, è stato assegnato a VML&R Brazil per “I am” di Starbucks (https://www.youtube.com/watch?v=SpRcWhXoe98).

Mentre il premio più importante di “Sustainable Development Goals” è andato a “The 2030 Calculator” di Doconomy, Stockholm / FARM, Stockholm per Doconomy (https://www.youtube.com/watch?v=Ksj3kqNgyoE).

Il Grand Prix for Good, infine, è stato vinto da “#StillSpeakingUp DeepTruth”, Propuesta Cívica + Reporters Sans Frontieres, Publicis Mexico / Publicis Lituania, Riga (https://www.youtube.com/watch?v=3sbYMjRTsDI).

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fnsi chiede chiarezza sul futuro della Gazzetta del Mezzogiorno: Giornalisti meritano certezze, il sindacato è al loro fianco

Fnsi chiede chiarezza sul futuro della Gazzetta del Mezzogiorno: Giornalisti meritano certezze, il sindacato è al loro fianco

Gaetano Miccicchè si è dimesso dal Consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup

Gaetano Miccicchè si è dimesso dal Consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup

#TOKYO2020: IL MEGLIO DELL’ITALIA OLIMPICA, DAY 4 – IL VIDEO DI EUROSPORT

#TOKYO2020: IL MEGLIO DELL’ITALIA OLIMPICA, DAY 4 – IL VIDEO DI EUROSPORT