La Camera voterà i due candidati al Cda Rai il 7 luglio, stessa data del Senato

Condividi

L’Aula della Camera voterà i due candidati al Cda della Rai il 7 luglio. Montecitorio ha, dunque, scelto la stessa data del Senato per ottemperare a quanto previsto dalla legge 28 dicembre 2015 n° 220, articolo 2, comma 6.

“I membri del consiglio di amministrazione sono cosi’ individuati: a) due eletti dalla Camera dei deputati e due eletti dal Senato della Repubblica, con voto limitato a un solo candidato; b) due designati dal Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze (questo è quindi un altro tassello ancora atteso, ndr), conformemente ai criteri e alle modalità di nomina dei componenti degli organi di amministrazione delle societa’ controllate direttamente o indirettamente dal Ministero dell’economia e delle finanze (l’assemblea dei soci attualmente fissata per il 12 luglio poi nominerà i 2 consiglieri, proponendone uno come amministratore delegato, ndr); c) uno designato dall’assemblea dei dipendenti della Rai-Radiotelevisione italiana Spa, tra i dipendenti dell’azienda titolari di un rapporto di lavoro subordinato da almeno tre anni consecutivi, con modalità che garantiscano la trasparenza e la rappresentatività della designazione stessa (questo è invece un tassello già inserito nel puzzle del nuovo board in fieri con l’elezione di Riccardo Laganà avvenuta il 7 giugno con 2.888 voti)”.