Renault: l’elettroPop di Luca De Meo

due nuovi modelli

L’offensiva green di Renault si chiama ElettroPop: obiettivi e ambizione del gruppo francese sono stati esplicitati oggi dal Ceo Luca De Meo nell’evento on line E-Ways, che ha annunciato l’accelerazione verso lo switch elettrico dell’alleanza Renault- Nissan- Mitsubishi. De Meo ha confermato l’obiettivo di fare di Renault il numero uno dei costruttori green europei e di spingere verso la “democratizzazione” della conversione elettrica. “ElettroPop significa questo – ha detto De Meo – e rimanda anche al french touch degli anni Novanta, quando il sound francese spopolava nel mondo”. Affiancato dai manager di vertice del gruppo, il numero uno di Renault ha confermato la prossima uscita della Megane elettrica e, per il 2024, l’esordio sul mercato della nuova R5, modello che nelle forme riprende la fortunatissima utilitaria presentata negli anni ’70 che nelle aspettative rappresenta la carta della riscossa del gruppo francese.

 

Luca De Meo

I due nuovi modelli, cui si affiancheranno altre cinque novità del brand entro il 2025 più tre altre nuove uscite dei brand controllati, battezzano due piattaforme “native” dei modelli elettrici: la Cmf -Ev per il segmento C (quello della Megane) e per le sportive e la Cmf- Bev, per il segmento B (quello della R5). I modelli allestiti sulla prima piattaforma avranno un’autonomia fino a 580 chilometri mentre quelli realizzati sulla piattaforma Cmf-Bev arriveranno a 400 chilometri. I vertici Renault contano di realizzare, con l’alleanza Nissan-Mitsubishi, 3 milioni di veicoli dalla piattaforma più piccola e almeno 700 mila dalla Cmf-Ev. Renault, che è stata fra i primi costruttori a investire sull’elettrico già dieci anni fa, realizzerà un polo produttivo nel nord della Francia ribattezzato ElectriCity, con tre nuovi stabilimenti Ruitz, Douai e Maubege che occuperanno 5000 addetti di cui 700 nuovi assunti. A Douai sorgerà la gigafactory per la produzione di batterie più grande d’Europa. Lo stabilimento storico di Flins verrà convertito in una Re-factory in cui, fra l’altro, si ricicleranno le batterie esauste, recuperando i materiali più pregiati come litio, cobalto e nickel.

Nel corso dell’evento sono state confermate, o annunciate ex novo, alcune partnership strategiche. Cruciale quella con St Microelecronics per l’elettronica di potenza dei powertrain elettrici. L’evento Renault E-Ways ElettroPop ha coinvolto anche gli analisti finanziari per un confronto diretto con il board del gruppo francese e si ripeterà nel prossimi mesi sui temi del software nell’automotive e sullo sviluppo della tecnologia propulsiva all’idrogeno.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb, dato mensile. A maggio sul podio Corriere, Repubblica e ilMeteo

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb, dato mensile. A maggio sul podio Corriere, Repubblica e ilMeteo

Fnsi chiede chiarezza sul futuro della Gazzetta del Mezzogiorno: Giornalisti meritano certezze, il sindacato è al loro fianco

Fnsi chiede chiarezza sul futuro della Gazzetta del Mezzogiorno: Giornalisti meritano certezze, il sindacato è al loro fianco

Gaetano Miccicchè si è dimesso dal Consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup

Gaetano Miccicchè si è dimesso dal Consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup