Coppa Italia e Supercoppa, diritti tv a Mediaset e proteste di Usigrai e Cdr Raisport: Sconfitta pesante. Testata svuotata di un prodotto storico

L’assegnazione dei diritti tv della Coppa Italia e Supercoppa per il prossimo triennio a Mediaset ha scatenato, com’era prevedibile, la protesta del sindacato dei giornalisti Rai e del Cdr di Raisport, che ha scritto una lettera aperta sulla vicenda, firmata in calce “Il Cdr di Raisport e il Fiduciario di Milano”:

Care colleghe, cari colleghi  con stupore e sconcerto apprendiamo che per il prossimo triennio la Coppa Italia verrà trasmessa non più sulle reti Rai, ma da Mediaset. Un altro clamoroso autogol dopo quello relativo alla champions League. Eppure negli incontri che abbiamo avuto nei mesi scorsi al tavolo dei diritti, avevamo avuto dall’Azienda rassicurazioni importanti, quasi scontate in proposito. Non è stato così, nonostante gli ascolti abbiano sempre premiato gli eventi sportivi trasmessi dalla Rai. È stato così per la Coppa Italia, lo è ora con gli Europei di calcio. La nostra testata viene dunque svuotata di un prodotto storico. E questo fatto grave e inaccettabile, arriva dopo la perdita dei diritti della serie B e nell’incertezza per quello che sarà il campionato di serie A e di cosa potremmo trasmettere. Un’azienda che non ha mai avuto un progetto chiaro e concreto di rilancio dello sport, che ha lasciato alla deriva una Testata, unica della Rai,  a non essere ancora digitalizzata nonostante 12 anni di promesse. In questo ultimo anno abbiamo dovuto anche respingere con forza l’ipotesi di chiusura del canale, partorita dai vertici di questa azienda e poi ritirata. Ora quest’altro durissimo colpo che non può e non deve passare inosservato. Siamo pronti a mettere in atto tutte le iniziative e le forme di protesta per tutelare la credibilità e il futuro di RaiSport.

Vittorio di Trapani, segretario dell’Usigrai (Foto: Ansa/Fabio Campana)

Il commento dell’esecutivo Usigrai: La perdita dei diritti tv della Coppa Italia è una sconfitta pesante per la Rai. È solo l’ennesimo atto di una assenza di strategia dei vertici aziendali sullo sport del Servizio Pubblico. Il mandato di questo vertice si chiude con una batosta, che pagheremo noi nei prossimi anni, quando ormai loro saranno impegnati altrove. Ovviamente valuteremo con la redazione tutte le iniziative da intraprendere per tutelare Rai Sport. Il nuovo vertice che sarà nominato nei prossimi giorni dovrà affrontare questo tema come urgenza assoluta.

Di Trapani (Usigrai): Sconfitta pesante per la Rai – “La perdita dei diritti Tv della Coppa Italia è una sconfitta pesante per la Rai. Gli ascolti di EURO2020 dimostrano i ritorni che garantiscono gli eventi sportivi”. Con un post su Facebook il segretario dell’Usigrai Vittorio Di Trapani interviene sull’assegnazione dei diritti tv della Coppa Italia e Supercoppa per il prossimo triennio a Mediaset. “Il nuovo vertice – aggiunge Di Trapani – avrà subito sul tavolo un’urgenza: definire una strategia per lo sport del servizio pubblico. Dopo di che, andrebbe aperta una riflessione sull’incremento del costo dei diritti tv. Sulla Coppa Italia – conclude Di Trapani – Triennio 2015-2018 costo 22 mln l’anno; Triennio 2018-2021 costo 35 mln, ovvero +59%; Triennio 2021-2024 costo 48,2 mln, ovvero +38%”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Andrea Duilio assume la guida di Sky Italia come amministratore delegato

Andrea Duilio assume la guida di Sky Italia come amministratore delegato

#TOKYO2020: FEDERICA PELLEGRINI IN SEMIFINALE COL BRIVIDO! RIVIVI LA SUA BATTERIA DEI 200SL – IL VIDEO DI EUROSPORT

#TOKYO2020: FEDERICA PELLEGRINI IN SEMIFINALE COL BRIVIDO! RIVIVI LA SUA BATTERIA DEI 200SL – IL VIDEO DI EUROSPORT

Agcom, Lasorella in Parlamento: Nostra sfida è governare la transizione digitale,  preoccupa l’indebolimento dell’industria dei media

Agcom, Lasorella in Parlamento: Nostra sfida è governare la transizione digitale,  preoccupa l’indebolimento dell’industria dei media