Mattarella: non c’è libertà senza democrazia

Anche se oggi si sentono talora evocare “visioni diverse” di Europa, se non “opposte”, che “si pretendono parimenti plausibili”, occorre ricordarsi che “l’obiettivo” del progetto europeo è “l’accrescimento della, comune, condivisa, sovranità europea: per esso occorre lavorare. Del resto è espressamente riconosciuta come finalità dai Trattati”. A sottolinearlo è il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, parlando alla Sorbona, una delle più antiche Università europee.

Sergio Mattarella (Foto ANSA/NICOLA FOSSELLA)

“Nel contesto attuale – afferma Mattarella – si sente talvolta dire che vi sono visioni diverse, talvolta opposte ma che si pretendono parimenti plausibili, di Europa”.

“Al netto della doverosa disponibilità a comprendere i diversi punti di vista e a rendersi conto della fatica di ogni costruzione – aggiunge Mattarella – questa tesi rischia di mettere in ombra le autentiche finalità dell’esercizio di unità europea che sono, invece, inequivocabili”.

Quando si parla del percorso dell’Unione e dei suoi successi, dagli albori della Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio – continua Mattarella – si invocano, normalmente, le espressioni libertà e prosperità. Quest’ultima è condizione importante di quella coesione sociale che rende concreti i diritti e favorisce l’effettivo esercizio delle libertà ma, da sola, non le incarna e non le esaurisce”.

“Il patrimonio di valori racchiusi nell’ideale europeistico, ed espressi nella sua esperienza – aggiunge Mattarella – ha inoltre consentito un ancoraggio sicuro alle democrazie dei Paesi dell’Europa centro-orientale dopo il 1989, inserendole in un contesto multilaterale che ha assicurato, loro, stabilità. Al tempo stesso accrescendo il valore storico e le prospettive dell’Unione”.

“Si tratta di un capitale – avverte il capo dello Stato – che non può essere depauperato nè compromesso. Pena la sua dissipazione, può essere solo incrementato. La dialettica politica tipica di ciascuna comunità organizzata in Stato non può essere motivo o pretesto per indebolire o porre in discussione i caratteri fondanti dell’Unione”, conclude.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il Garante firma un accordo con Creative Commons per semplificare le informative sulla privacy

Il Garante firma un accordo con Creative Commons per semplificare le informative sulla privacy

Copyright, l’Ue avvia una procedura d’infrazione verso l’Italia e altri 20 Paesi

Copyright, l’Ue avvia una procedura d’infrazione verso l’Italia e altri 20 Paesi

TOP VIDEO CREATOR e post più condivisi. A giugno Ettore Canu tiene la vetta, Me contro Te e Benedetta Rossi inseguono

TOP VIDEO CREATOR e post più condivisi. A giugno Ettore Canu tiene la vetta, Me contro Te e Benedetta Rossi inseguono