Tim, nuove responsabilità nella prima linea manageriale

TIM annuncia alcuni cambiamenti nella prima linea manageriale di vertice del Gruppo, rispondenti all’ottica di una valorizzazione delle risorse interne e in vista dell’avvio di importanti progetti di sviluppo, in coerenza con gli obiettivi del Piano d’Impresa 2021-2023.

La Funzione Chief Revenue Office viene affidata a Stefano Siragusa (che già si qualificava come key manager in quanto Chief Technology Officer e attualmente è titolare di 379.157 azioni ordinarie TIM).

La Funzione Chief Technology & Operations Office viene affidata a Nicola Grassi (anche lui già considerato key manager in quanto Responsabile della Funzione Procurement. Attualmente Nicola Grassi è in possesso di 260.000 azioni ordinarie TIM).

La Funzione Procurement viene affidata a Paolo Chiriotti, che risulta titolare di 100.000 azioni ordinarie della Società. Si allega il suo curriculum vitae. Le nuove responsabilità hanno effetto immediato.

A Federico Rigoni, che lascerà il Gruppo in via consensuale, va il ringraziamento per il significativo contributo professionale e manageriale prestato. A Federico Rigoni (che non risulta titolare di azioni TIM) sarà riconosciuto un trattamento di severance conforme con la politica di remunerazione approvata dall’Assemblea del 31 marzo 2021; l’assegnazione si qualifica pertanto come operazione con parte correlata esclusa, ai sensi dell’apposito Regolamento Consob.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Luigi Cerutti, amministratore delegato della società editrice Allemandi

Luigi Cerutti, amministratore delegato della società editrice Allemandi

Ilaria Lamanuzzi, ora head of digital di Mediacom e capo di Blink

Ilaria Lamanuzzi, ora head of digital di Mediacom e capo di Blink

Flavio Farè  è il nuovo responsabile Marketing e Commerciale di Lega Pro

Flavio Farè è il nuovo responsabile Marketing e Commerciale di Lega Pro