Ferrovie dello Stato, Luca Torchia alla Comunicazione e Massimo Bruno alle relazioni istituzionali

Arrivato a giugno come  ceo a Ferrovie dello Stato, Luigi Ferraris ha  chiamato accanto a sé due manager di fiducia come Luca Torchia alla Comunicazione e Massimo Bruno alle relazioni istituzionali.

Milanese, del 1964, una laurea in economia aziendale alla Bocconi, Torchia è stato, tra l’altro, dal 1994 al 1998, direttore generale dell’ufficio di Milano di Assogestioni, per poi passare alla Manuli Rubber Industries Spa. Dal settembre 1999 al marzo 2015 è stato responsabile Investor relations del Gruppo Enel, in cui ha conosciuto Ferraris, allora cfo della società. Nel 2015, quando Ferraris è passato a Poste Italiane sempre nel ruolo di cfo per seguire la quotazione in Borsa, Torchia l’ha seguito assumendo la responsabilità della gestione delle relazioni con gli investitori istituzionali nazionali e internazionali curando varie fasi del processo di privatizzazione e della conseguente IPO. E dal 2017  è stato responsabile relazioni esterne e sostenibilità del Gruppo Terna, ancora accanto a Ferraris, questa volta amministratore delegato e direttore generale.

“La comunicazione va vista non come semplice mezzo divulgativo, ma come strumento capace di generare valore”, ha detto, tra l’altro, in un’intervista a Prima Comunicazione in questo periodo. “Non sarebbe possibile fare comunicazione senza il sostegno totale di chi fa sviluppo, dell’ingegneria e della gestione della rete, degli asset e del personale. La comunicazione si muove sostanzialmente su tre gambe: comunicazione verso i media, digitale e investor relation, strutture che si intrecciano e lavorano in maniera integrata”.

Luca Torchia (a sinistra) e Massimo Bruno

Nato nel 1965 a Napoli, una laurea in chimica e tecnologie farmaceutiche Massimo Bruno ha iniziato come coordinatore delle attività di igiene ambientale presso unità AgipPetroli Spa. Nel 1999 è entrato a far parte del Gruppo  Enel occupandosi fino al 2003 di politiche ambientali (1999-2003), quindi è passato  alle relazioni esterne per rapporti con Confindustria, assumendo a partire dal 2006 per otto anni il ruolo di responsabile relazioni esterne territoriali e Confindustria. Nel 2014 è diventato eesponsabile Affari istituzionali Italia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto