Ricardo Franco Levi rieletto all’unanimità alla presidenza Aie. Eletti anche 4 vicepresidenti: Messina, Tartaglino, Guida, Tarò

Ricardo Franco Levi è stato rieletto all’unanimità presidente dell’Associazione Italiana Editori. E’ stato comunicato nella conferenza stampa seguita all’assemblea elettiva dell’Associazione. Eletti anche i quattro vicepresidenti, ognuno a capo di uno dei quattro gruppi dell’Aie:  Maurizio Messina (presidente Gruppo Accademico); Paolo Tartaglino (presidente del gruppo educativo); Diego Guida (presidente del Gruppo piccoli editori) e Marco Tarò (presidente del Gruppo editoria di Varia).

Ricardo Franco Levi (Foto Ansa EPA/MALTON DIBRA)

Moles, i miei migliori auguri a Levi – A Ricardo Franco Levi, rieletto all’unanimità presidente dell’Associazione Italiana Editori, ed ai vicepresidenti Maurizio Messina, Paolo Tartaglino, Diego Guida e Marco Tarò, giungano i miei migliori auguri di buon lavoro. Si tratta di una squadra di altissimo livello che saprà affrontare con professionalità e competenza le importanti sfide che attendono il settore editoriale, patrimonio inestimabile del nostro Paese”. Così, in una nota, Giuseppe Moles, sottosegretario all’Editoria e vice presidente dei senatori di Forza Italia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto