Il Sole 24 ORE emette un bond da 45 milioni e annuncia il rimborso integrale del debito relativo al finanziamento con un pool di banche 

Il Sole 24 ORE S.p.A. rende noto che in data odierna ha emesso con successo un prestito obbligazionario non garantito e non convertibile per un ammontare in linea capitale di euro 45 milioni e della durata di 7 anni, destinato esclusivamente ad investitori qualificati ed emesso in esenzione dalla disciplina in materia di offerta al pubblico prevista dal Regolamento (UE) 2017/1129.

Le obbligazioni sono state emesse in esecuzione del contratto di sottoscrizione concluso, in data 23 luglio 2021, tra Il Sole 24 ORE S.p.A., Goldman Sachs International, MPS Capital Services e Banca Popolare di Sondrio, oggetto del comunicato stampa pubblicato in pari data, cui si rimanda per maggiori dettagli.

Il Sole 24 ORE S.p.A. rende noto, altresì, di aver provveduto in data odierna al rimborso integrale del debito relativo al contratto di finanziamento con un pool di Banche, oggetto del comunicato stampa pubblicato in data 21 luglio 2020.

La sede de “Il sole 24 ore” (Foto
ANSA / MATTEO BAZZI)

Lo studio legale Cleary Gottlieb Steen & Hamilton e lo studio legale Tombari d’Angelo e Associati hanno assistito Il Sole 24 ORE S.p.A. mentre lo studio legale Simmons & Simmons ha assistito i Joint Bookrunners ed il Co-Manager. BGB Weston ha agito quale advisor finanziario de Il Sole 24 ORE S.p.A.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP SOCIAL KEY PEOPLE. Su Primaonline debutta la classifica dei 5 personaggi più performanti per piattaforma

TOP SOCIAL KEY PEOPLE. Su Primaonline debutta la classifica dei 5 personaggi più performanti per piattaforma

Ronaldo vs Messi, la sfida infinita. La Pulce non è più il giocatore più pagato. Per Forbes in vetta ora c’è CR7

Ronaldo vs Messi, la sfida infinita. La Pulce non è più il giocatore più pagato. Per Forbes in vetta ora c’è CR7

Pmi italiane fanalino di coda in Europa per digitalizzazione. Pessimo anche l’uso di marketing e comunicazione digitali

Pmi italiane fanalino di coda in Europa per digitalizzazione. Pessimo anche l’uso di marketing e comunicazione digitali