Rcs, 38,7 milioni di utile nel primo semestre 2021, ricavi a +32%. Cairo: Svolgiamo un ruolo centrale nell’informazione

Rcs registra nel primo semestre una forte crescita dei risultati rispetto al pari periodo dell’anno precedente. L’Ebitda è pari a 67,8 milioni da (7,1 milioni nel 2020), l’Ebit a 43,8 milioni (in rosso di 16,8 milioni nei primi sei mesi dello scorso anno) e il risultato netto torna positivo a 38,7 milioni (da una perdita di 12 milioni). I ricavi consolidati del gruppo editoriale – riporta Ansa – salgono a 421,8 milioni (+32%), con i ricavi digitali che rappresentano circa il 22% del totale. La pubblicità sui mezzi online di Rcs nel semestre cresce del 40% in Italia e del 48% in Spagna rispetto al pari periodo 2020.

Urbano Cairo (Foto MATTEO BAZZI)

Il Corriere della Sera primo quotidiano italiano in edicola con una customer base digitale totale attiva a fine giugno 2021 pari a 336mila abbonamenti. Anche in Spagna gli abbonamenti digitali sono in forte crescita: 69,5 mila per El Mundo e 31,7 mila per Expansion.
L’indebitamento finanziario netto complessivo, che  comprende anche debiti finanziari per leasing ex IFRS 16 (principalmente locazioni di immobili), è pari a 200,6 milioni (da 214,5 milioni al 31 dicembre 2020). Le passività finanziarie per i contratti di leasing ammontano a 144,7 milioni a fine giugno.

In assenza di un inasprimento delle misure per il  contenimento del contagio da covid, il Gruppo -si legge in una nota- ritiene che sia possibile confermare l’obiettivo di conseguire nel 2021 margini (Ebitda) in crescita rispetto a quelli realizzati nel 2020 ed una conseguente ulteriore significativa riduzione dell’indebitamento finanziario.

Urbano Cairo, presidente e amministratore delegato  di Rcs MediaGroup, ha commentato: “I risultati  pr sentati oggi attestano la velocità di ripresa, eccellenti  risultati economici e la solidità del Gruppo, sotto  l’impulso delle iniziative editoriali e di quelle pubblicitarie. Grazie a un’offerta informativa ancora più  ampia e innovativa abbiamo svolto, svolgiamo e svolgeremo un ruolo centrale nell’informazione anche durante la fase emergenziale del periodo pandemico”.

Non serve fondo rischi per contenzioso Blackstone – Rcs non farà nessun accantonamento in vista della causa contro Blackston per il complesso immobiliare di Via Solferino. “La società, acquisite le valutazioni aggiornate dei propri consulenti legali, ha ritenuto che non sussistano i presupposti per l’iscrizione di fondi rischi” spiega nella nota diffusa al termine del cda.

Il gruppo ripercorre le ultime tappe della battaglia legale e ricorda che a Milano “il lodo definitivo ha disposto la compensazione delle spese di lite e respinto le domande risarcitorie di controparte fondate su un preteso comportamento temerario e di mala fede di Rcs e questa decisione, incidendo sul merito, evidenzia l’infondatezza delle domande avversarie avanti la Supreme Court of the State of New York, basate su rilievi nei confronti di Rcs smentiti dal lodo definitivo”. Il 21 giugno 2021, Rcs ha impugnato i lodi innanzi alla Corte d’Appello di Milano.

Il 30 giugno Blackstone, che ha promosso i contenziosi  nei confronti della società e del suo presidente Urbano Cairo alla Supreme Court of the State of New York “hanno depositato un secondo atto di citazione modificato, che contiene le medesime domande già proposte nei precedenti atti introduttivi, fatta eccezione per la domanda relativa alla declaratoria di validità dell’operazione di vendita e contestuale locazione a Rcs degli immobili (non più riproposta) e una quantificazione in almeno 300 milioni, basata su affermazioni generiche e non provate, dell’asserito danno patito, oltre a una richiesta di condanna al pagamento di asseriti danni punitivi affermati di pari importo”.

SCARICA QUI IL COMUNICATO

LEGGI IL COMUNICATO INTEGRALE

Com St RCS CdA Risultati 30 06 21

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP SOCIAL KEY PEOPLE. Su Primaonline debutta la classifica dei 5 personaggi più performanti per piattaforma

TOP SOCIAL KEY PEOPLE. Su Primaonline debutta la classifica dei 5 personaggi più performanti per piattaforma

Ronaldo vs Messi, la sfida infinita. La Pulce non è più il giocatore più pagato. Per Forbes in vetta ora c’è CR7

Ronaldo vs Messi, la sfida infinita. La Pulce non è più il giocatore più pagato. Per Forbes in vetta ora c’è CR7

Pmi italiane fanalino di coda in Europa per digitalizzazione. Pessimo anche l’uso di marketing e comunicazione digitali

Pmi italiane fanalino di coda in Europa per digitalizzazione. Pessimo anche l’uso di marketing e comunicazione digitali