“Gli Usa guardino al modello ungherese”: elogia Orban nel suo show, bufera sulla star di Fox Tucker Carlson

“L’Ungheria, un piccolo paese con molte lezioni da darci”. Parola di Tucker Carlson, la star televisiva di Fox News considerato una sorta di portavoce di Donald Trump sul piccolo schermo, che nell’ultima settimana ha condotto tra mille polemiche il suo popolarissimo show da Budapest, tessendo le lodi del ‘modello Orban’. Modello criticato da gran parte dell’Europa ma sempre più visto come punto di riferimento dalla destra americana più estrema, che vede nel leader ungherese “un Trump prima di Trump”, come lo definì a suo tempo l’ex braccio destro del tycoon Steve Bannon.

Tucker Carlson (AP Photo/Richard Drew, File)

I democratici, di fronte alla maratona televisiva da Budapest, hanno immediatamente attaccato Carlson, non nuovo (affermano i detrattori) nello spargere disinformazione politica e scientifica, nonché nel promuovere le ragioni dell’estrema destra e del nazionalismo bianco. E nonostante tutto Tucker resta il commentatore più seguito della Fox, oramai personaggio e punto di riferimento televisivo soprattutto del popolo di Trump.

Ma stavolta per l’opinione pubblica e per i media liberal avrebbe davvero passato il segno, promuovendo un leader che molti considerano autoritario e antidemocratico, qualcuno arrivando a definirlo “fascista” per le sue posizioni sull’immigrazione o sulla comunità Lgbtq. Malvisto a Bruxelles tanto quanto nella Casa Bianca di Joe Biden. 

“Carlson sfrutta la popolare Fox per legittimare un modello dispotico a cui l’agenda del partito repubblicano va sempre più ispirandosi”, affermano i vertici dei democratici, alludendo alle similitudini tra la narrativa di Orban e quella di Trump: difesa della famiglia tradizionale, discriminazione basata sull’orientamento sessuale, linea dura sui migranti, difesa delle cosiddette “democrazie cristiane” dall’offensiva della sinistra radicale.

Intanto da lunedì scorso una media di ben tre milioni di telespettatori americani a sera hanno seguito il ‘Tucker Carlson Tonight’ in trasferta a Budapest, sbaragliando la concorrenza della Cnn e delle altre reti tv. Nell’intervista non certo scomoda realizzata con Orban, il premier ungherese ha a sua volta elogiato Trump e la sua agenda dell’America First, rafforzando così l’asse con la destra americana ma assicurandosi anche l’appoggio dell’ex presidente Usa in un momento di difficoltà. E quest’asse potrebbe tornare più che utile in prospettiva, nel caso non così remoto che il tycoon si ricandidi alla Casa Bianca nel 2024.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera