Gazzetta del Mezzogiorno, arriva anche il sostegno del vescovo di Bari: Ci manca, riportatela in edicola ma fate presto

“Ci manca. Possiamo dirlo, senza tema di smentita: La Gazzetta del Mezzogiorno ci manca. A una settimana dalla sospensione della pubblicazione, per motivi peraltro che prescindono dalla crisi che attanaglia il mondo dell’editoria, abbiamo già la conferma: l’assenza dalle edicole del giornale di Puglia e Basilicata rappresenta un danno per questi nostri territori. Manca lo specchio del territorio, l’antenna storica e identitaria locale”. Lo dichiara in una nota monsignor Giuseppe Satriano, arcivescovo della diocesi di Bari-Bitonto. La Gazzetta del Mezzogiorno non è in edicola, dopo 134 anni, dal 1 agosto, dopo che la società che ha editato provvisoriamente il giornale negli ultimi sei mesi, la Ledi srl, non ha accettato la proroga del contratto di fitto del ramo di azienda in attesa della conclusione delle procedure fallimentari, ancora in corso.

La sede della Gazzetta del Mezzogiorno, a Bari

“La sospensione della pubblicazione della Gazzetta – continua monsignor Satriano – sta creando un buco nella memoria storica della nostra comunità: un danno di cui potremo avere contezza solo nel tempo. Per questo, nel manifestare la nostra vicinanza ai giornalisti e a tutto il personale dipendente, facciamo appello a chi ha il potere di intervenire e risolvere il problema, perché si faccia presto”.

“Con la Gazzetta del Mezzogiorno e l’interruzione dell’annuale rassegna della Fiera del Levante, rinviata al prossimo anno, registriamo la mancanza di pilastri fondamentali per la nostra città e per il nostro Sud. Tutto questo – conclude il vescovo – deve farci riflettere e, se da un lato manifestiamo come Chiesa vicinanza a chi si ritrova senza un lavoro, dall’altro lanciamo un appello affinché, lontani da ogni retorica, si ponga attenzione al bene comune da parte di tutte le forze istituzionali, sociali e culturali. Questo nostro Sud, merita maggiore attenzione e lungimiranza nelle scelte, troppo spesso affrettate e miopi, merita il coraggio di chi, a braccia aperte e con cuore generoso, sappia investire sul futuro, sulla speranza evitando logiche personalistiche e fallimentari”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera