Per Disney boom di abbonati alle piattaforme di streaming e di visite nei parchi a tema

Condividi

Disney fa il boom di abbonati tra aprile e giugno, sia sulle piattaforme di streaming che nei parchi a tema: la variante Delta del Covid non dovrebbe influenzare drammaticamente il suo business quest’estate.

Disney+

Disney+ ha ora 116 milioni di abbonati, ben al di sopra delle aspettative del mercato, secondo una nota diffusa oggi. Il servizio di streaming ha guadagnato più di 12 milioni di abbonati in più dalla fine di marzo, nonostante l’aumento del suo prezzo mensile di base a 8 dollari ad aprile.
Gli analisti si aspettavano solo tra 113 e 114 milioni di abbonati. La cifra viene osservata da vicino per vedere se il servizio continua a crescere nonostante la graduale uscita dalla pandemia, che è stata una delle principali cause del suo successo dal suo lancio alla fine del 2019.
“Ora che Disney+ è stato lanciato nella maggior parte dei principali mercati, inizia il duro lavoro. Dovrà continuare ad attrarre nuovi abbonati mantenendo quelli che si sono già iscritti”, ha notato Eric Haggstrom di eMarketer. Ma “il catalogo di streaming di Disney è la concorrenza più importante per Netflix, e Disney+ sta rapidamente guadagnando terreno sul leader del settore”, ha aggiunto.
Per non parlare delle uscite di nuovi titoli, come la serie TV “Loki” della Marvel o l’ultimo film d’animazione della Pixar, “Luca”, durante lo scorso trimestre.
“Le nostre piattaforme stanno andando molto bene”, ha detto Bob Chapek, il capo dell’azienda. “Ora abbiamo 174 milioni di abbonamenti totali a Disney+, ESPN+ (sport) e Hulu, e un sacco di nuovi contenuti che stanno per essere diffusi”, come il musical West Side Story di Steven Spielberg, che è stato rinviato fino al 20 dicembre. (AGI)