TOP INFLUENCER ITALIA, BEST PERFORMING e TOP PAID POST. A luglio dopo i Ferragnez si sente l’effetto Euro 2020

La classifica del mese di giugno dei Top Influencers basata sui dati Shareablee ed elaborata per Primaonline da Sensemakers fotografa un cambiamento sul podio.

TOP INFLUENCER ITALIA

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

Il commento di Sensemakers

La classifica dei Top 15 Influencer elaborata da Sensemakers in collaborazione con Prima Comunicazione registra, per l’ennesimo mese, Chiara Ferragni in prima posizione. Il marito della regina del web riconquista la seconda posizione, ma con notevole distanza in termini di Interazioni dalla moglie.
Le novità però arrivano dalla terza posizione in poi. Gli Autogoal, da mesi sul podio, sono superati da due volti nuovi: Leonardo Bonucci, difensore della Juventus, e Gianluigi Donnarumma, portiere di Paris Saint-Germain e della Nazionale italiana. La classifica di luglio vede infatti l’ingresso di molte new entry legate al mondo dello sport ed in particolare al calcio. La ragione di ciò è facilmente intuibile: la vittoria di Euro 2020 non ha solo canalizzato l’attività di utenti e media su web e social, ma ha anche dato visibilità ai protagonisti della Nazionale che hanno visto crescere le loro interazioni in maniera esponenziale.
Ecco, quindi, che influencer come Alice Campello, Giulia De Lellis, Paola Turani, Valentina Ferragni e Diletta Leotta vengono sorpassate dai campioni d’Europa, come Federico Chiesa (centrocampista e attaccante della Juventus), Giorgio Chiellini (difensore della Juventus e capitano della Nazionale Italiana), Leonardo Spinazzola (difensore e centrocampista della Roma) e Marco Verratti (centrocampista del Paris Saint-Germain), a cui si aggiunge il sempiterno Gianluigi Buffon, che pur non avendo partecipato agli Europei ha annunciato una serie di cambiamenti nella sua vita professionale con il ritorno alle origini a Parma.
Anche la classifica dei Best Performing Post è popolata dai contenuti degli sportivi, sancendo nel mese di luglio la fine del monopolio Ferragnez dal momento che il post con il maggior numero di interazioni non è della Ferragni né di Fedez, bensì di Federico Chiesa, con un carosello di immagini mentre celebra la vittoria degli Europei.
I protagonisti di Euro 2020 spopolano nella classifica del best performing post, dove solo Chiara Ferragni riesce a mantenere due posizioni, la terza con un post sulla piccola Vittoria e l’ottava con il suo “Justin Bieber” (suo marito Fedez).

 

PAID PARTNERSHIP

CLASSIFICA INFLUENCERS_paidpartnership_LUG2021

La classifica delle Paid Partnership vede invece prevalere su Facebook partnership in collaborazione con il mondo Comedy: la sponsorizzazione che raccoglie maggiori interazioni è quella dei The Jackal con Cattolica Assicurazioni con un divertentissimo video sul protocollo boomer che racconta in chiave sarcastica la “finta difficoltà” di questa generazione ad utilizzare la tecnologia. Seguono in seconda e terza posizione rispettivamente Maccio Capatonda in collaborazione con MICIDIAL – shop e Casa Surace con Linkem.

Da segnalare, inoltre, la presenza tra le principali Paid Partnership di due volti sportivi: Martina Rosucci calciatrice italiana e centrocampista della Juventus oltre che della Nazionale Italiana in collaborazione con Discovery+ su Facebook, e Ciro Immobile con Paco Rabanne su Instagram.

NOTA METODOLOGICA_Classifica_Influencers
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP SOCIAL KEY PEOPLE. Su Primaonline debutta la classifica dei 5 personaggi più performanti per piattaforma

TOP SOCIAL KEY PEOPLE. Su Primaonline debutta la classifica dei 5 personaggi più performanti per piattaforma

Ronaldo vs Messi, la sfida infinita. La Pulce non è più il giocatore più pagato. Per Forbes in vetta ora c’è CR7

Ronaldo vs Messi, la sfida infinita. La Pulce non è più il giocatore più pagato. Per Forbes in vetta ora c’è CR7

Pmi italiane fanalino di coda in Europa per digitalizzazione. Pessimo anche l’uso di marketing e comunicazione digitali

Pmi italiane fanalino di coda in Europa per digitalizzazione. Pessimo anche l’uso di marketing e comunicazione digitali