Pechino prepara una nuova stretta contro la concorrenza nel settore di internet. E in Borsa crollano i titoli tech

La Cina prepara una nuova stretta contro la concorrenza sleale nel settore di internet che spinge al ribasso i titoli del tech cinese. L’authority per la regolamentazione del mercato ha pubblicato le linee guida per fermare la competizione ingiusta su internet e limitare l’uso dei dati, che comprendono regolamentazioni contro la diffusione di dati falsi da parte degli operatori, l’uso di dati o algoritmi per influenzare le scelte degli utenti o per raccogliere e analizzare le informazioni commerciali dei competitor, e pratiche per indirizzare l’utente sul proprio sito web. Nei casi di violazioni, spiega l’Amministrazione Statale per la Regolamentazione del Mercato, le revisioni dei dati potranno essere compiute da istituzioni terze. Le nuove linee guida – riporta Agi – non sono ancora entrate in vigore e sono soggette ai commenti dei cittadini fino al 15 settembre prossimo, ma si aggiungono alle strette in corso da mesi sul tech per contrastare i comportamenti monopolistici dei giganti di internet. I principali titoli del tech cinese segnano, intanto, pesanti ribassi alla Borsa di Hong Kong: TenCent sfiora un calo del 4% (-3,97%) mentre il gigante dell’e-commerce Alibaba cede il 4,1%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera