TPI.it dal web all’edicola con ‘The Post Internazionale-TPI’. Gambino: serve un giornale tra le mani per fare chiarezza nel caos

Dal 17 settembre 2021, ogni venerdì, la popolare testata online TPI.it sbarca nelle edicole e nelle librerie italiane  con la nuova rivista settimanale ‘The Post Internazionale – TPI’.

Giulio Gambino

La proposta editoriale – stampata su carta a Zero Emissioni CO2 – è stata  messa a punto dal fondatore e direttore Giulio Gambino, 34 anni, è quella del *Sito + rivista*, ovvero: dal lunedì al venerdì si legge Tpi online, il sito, gratuito e accessibile per un’informazione dinamica e sempre aggiornata; nel fine settimana invece i ritmi rallentano e ci si concede il piacere di una lettura su carta, più lenta e approfondita, per un ‘downshifting’ dell’informazione tutto da sfogliare off-line.

Ogni venerdì, speiga una nota,  il nuovo settimanale di TPI propone inchieste, analisi, approfondimenti, storie inedite dall’Italia e dal mondo, con ampio spazio all’ambiente, alla cultura, il tutto affidato alle firme più apprezzate del giornalismo italiano tra cui Alexander Stille, Valerio Magrelli, Marco Revelli, Claudio Sabelli Fioretti, Pietrangelo Buttafuoco. Ma anche Luca Telese, Riccardo Bocca, Selvaggia Lucarelli, Stefano Mentana, Giulio Cavalli, Emanuele Fucecchi, Alessandro Di Battista, Roberto Corradi. E poi, tra gli altri collaboratori, Insaf Dimassi, Marco Antonellis, Elisa Serafini, Francesca Pizzolante.

‘Il web è dove siamo nati e dove rimarremo ancorati – spiega il direttore Giulio Gambino 34 anni, di cui 11 trascorsi alla guida del sito TPI – ed è proprio dal web e dall’interazione con i nostri lettori che è nata l’idea di creare un nuovo magazine cartaceo’. Il settimanale The Post Internazionale – TPI, infatti, risponde a quella esigenza di approfondimento della notizia digitale, con un’analisi lineare, autorevole e analogica che aiuta ad orientarsi meglio anche nell’ambiente più frenetico dell’informazione web, fatto di ipertesti e aggiornamenti veloci.

‘Contrariamente a chi pensa che alle soglie del 2022 non ci sia più spazio per le riviste in edicola – chiosa Gambino – in tanti avvertiamo la necessità di avere tra le mani un giornale che sia un punto fermo a cui appigliarsi per fare chiarezza nel caos dell’epoca che viviamo e per fornire a ciascuno gli strumenti concreti per farsi un’idea. La propria’.

‘Sta arrivando un settimanale senza filtri’ recita la campagna teaser lanciata i primi di agosto sul web, con il visual di due mani che sfogliano fotogallery di cronaca e attualità. Mentre il copy che accompagna ogni immagine annuncia: ‘The Post Internazionale sarà anche in edicola. Per Farti un’opinione: la tua’.

La campagna ADV parte ufficialmente il 3 settembre con affissioni, parapedonali, bus e tram delle principali città italiane (Roma, Milano, Torino), mentre gli spot in TV e sui principali quotidiani italiani andranno in rotazione per due settimane. Attività di banner e video si alterneranno sui social fino al girono del debutto in edicola.

La campagna porta la firma dell’agenzia creativa SuperHumans ed è ispirata ai valori fondanti della testata TPI: indipendenza, informazione diretta e senza filtri, sostenibilità. Da cui il payoff che si leggerà a partire da settembre di fianco alla testata: “Dipende solo da Te”.

The Post Internazionale è una testata giornalistica indipendente fondata nel 2010 da Giulio Gambino. La redazione, auto-finanziatasi e senza editori alle spalle, ha sede a Roma. Il taglio fresco, veloce e senza giri di parole rende TPI uno fra i giornali online più letti oggi sulla rete.

Nel 2020 TPI ha vinto il Premio Ischia Internazionale di giornalismo per un’inchiesta sulla mancata zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro, e sulla gestione del Covid in Lombardia. La nuova rivista settimanale The Post Internazionale – TPI è finanziata con i fondi raccolti e messi da parte dalle donazioni dei lettori, senza attingere da finanziatori esterni. E meno che mai da fondi pubblici.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera