Torna Dogliani festival tv e nuovi media sul tema #ripensiamoci Tra gli ospiti sottosegretario Moles

Il festival della tv e dei nuovi media, tradizionale appuntamento di inizio settembre a Dogliani, nel cuneese, compie quest’anno 10 anni e festeggia la ricorrenza con una tre giorni dedicata al tema ‘#ripensiamoci’, una riflessione su ciò che è stato e su ciò che sarà, ossia sul tempo che ciascuno sta vivendo. Ad aprire la kermesse che ogni anno richiama nelle Langhe spettatori su tutta Italia per discutere della televisione di oggi e del futuro e dei grandi temi della comunicazione e dei media digitali sarà venerdì 3 settembre l’editore del Corriere della Sera, Urbano Cairo che dialogherà con il direttore de Il Foglio, Claudio Cerasa.

Nelle tre giornate di dibattito che si svolgeranno in tre piazze e che vedranno confrontarsi protagonisti della cultura, dell’informazione e dell’intrattenimento, ci saranno tra gli altri Carlo De Benedetti per una riflessione sul primo anno di attività del quotidiano Domani, in collegamento il ministro Enrico Giovannini, e ancora Giovanni Floris, Corrado Formigli, Lilli Gruber, Selvaggia Lucarelli, Mara Maionchi Gherardo Colombo. Tra gli ospiti anche la figlia di Gino Strada, Cecilia, e Roberto Saviano.

A discutere di futuro dell’editoria sarà domenica il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria, Giuseppe Moles, a colloquio con il direttore di Repubblica, Maurizio Molinari. Tutti gli incontri, per accedere ai quali sarà necessario il green pass e possibile prenotarsi sul sito del festival (www.festivaldellatv.it/programma 2021), saranno trasmessi in diretta streaming su www.radioradicale.it.

IL PROGRAMMA

Gli ospiti che partecipano alla decima edizione del Festival della Tv e dei Nuovi media

Anna Maria ABBONA
Eleonora ANDREATTA
Simone ARCAGNI,
Alice BASSO,
Lorenzo BIAGIARELLI
Andrea BIGNAMI
Luca BIZZARRI
Giovanni BOSSETTI
Riccardo BOTTA
Giuseppe BOTTERO
Luca BOTTURA
Annalisa BRUCHI
Edoardo BUFFONI,
Mary CACCIOLA,
Urbano CAIRO,
Claudia CALDERA,
CAMIHAWKE,
Antonio CAMPO DALL’ORTO,
Stefano CAVALLITO,
Aldo CAZZULLO ,
Claudio CERASA ,
Pierpaolo CERVI,
Luisa CIUNI,
Beatrice COLETTI,
Roberto COLOMBERO,
Gherardo COLOMBO,
Alessandra COMAZZI,
Beppe COTTAFAVI,
Marco DAMILANO,
Alessandro D’ESTE,
Carlo De BENEDETTI,
Luca DE GENNARO,
Antonella DOMINICI,
Andrea FABIANO,
Giorgio FACCHINETTI,
Stefano FELTRI,
Luigi FERRUA,
Michele A. FINO,
Roberto FIORI,
Emiliano FITTIPALDI,
Corrado FORMIGLI,
Giovanni FLORIS,
FRÙ,
Pietro GALEOTTI,
Massimo GALLI,
Gabriella GENISI,
Silvia GIORCELLI,
Duilio GIAMMARIA,
Massimo GIANNINI,
Enrico GIOVANNINI,
Ezio GREGGIO,
Lilli GRUBER,
Luca IACCARINO,
Gabriele IMMIRZI,
Padre Philip LARREY,
Selvaggia LUCARELLI,
Andrea LUCATELLO,
Aurora LEONE,
Luca LEONI, LINUS,
Chiara MACI,
Mara MAIONCHI,
Andrea MALAGUTI,
Fulvio MARINO,
Alberto MATTIACCI,
Beatrice MAUTINO,
Alessandro MILITI,
MIXO,
Giuseppe MOLES,
Maurizio MOLINARI,
MOMO & RAISSA,
Teo MUSSO,
Elisabetta PAGANI,
Giovanni PARAPINI,
Roberto PAVANELLO ,
Marco PEDRONI,
Francesco PICCININI,
Vincenzo PISCOPO,
Alessandra RAVETTA,
Alessandro RIVA,
Aldo ROMERSA,
Alessandro SABA
Roberto SAVIANO,
Nicola SAVINO,
Giorgio SCIANCA,
Andrea SCROSATI,
Mario SECHI,
Cecilia STRADA,
Emilio TARGIA,
Rosa TERUZZI,
Alessandro TOMMASI,
Andrea VIANELLO,
Sofia VISCARDI

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera