I talebani vietano le voci femminili in radio e tv. Stop anche alla musica perché "proibita dall’Islam"

Condividi

Continua da parte dei talebani l’instaurazione in Afghanistan di un regime retrogrado e punitivo nei confronti soprattutto delle donne.

L’ultima misura in questo senso è il divieto di «voci femminili» nelle radio e televisioni di Kandahar. Lo riporta il sito India Today.
Nei giorni scorsi i talebani hanno vietato la musica «perché proibita dall’Islam». È di oggi la notizia dell’uccisione di un popolare cantante folk e anche della separazione nei corsi universitari di uomini e donne.