Solidarietà di politici e associazioni ai giornalisti aggrediti dai No Vax. Lamorgese: comitato atti intimidatori contro giornalisti

Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, riunirà nei prossimi giorni il Centro di Coordinamento per le attività di monitoraggio, analisi e scambio di informazioni sul fenomeno degli atti intimidatori nei confronti dei giornalisti.

Luciana Lamorgese (Foto ANSA / MATTEO BAZZI)

La convocazione ha l’obiettivo di analizzare anche i recenti episodi di intolleranza e violenza che hanno colpito, tra gli altri, alcuni cronisti nel corso delle manifestazioni di protesta contro le misure anti – Covid assunte dal Governo.

Il Viminale assicurerà come sempre la libertà di manifestare pacificamente nel rispetto delle regole ma non saranno ammessi atti di violenza e minacce. È grande l’impegno delle forze di Polizia che sono al lavoro quotidianamente per assicurare il controllo del territorio, l’ordine pubblico e l’attività investigativa per individuare chi si inserisce nelle manifestazioni di piazza con atti di violenza e di intolleranza.

Ancora una violenta e inaccettabile aggressione. Ai giornalisti coinvolti va la mia piena solidarietà. Dobbiamo dire basta a questi gravi episodi”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Oltre a lui molti altri esponenti politici e associazioni stanno esprimendo solidarietà.

Carlo Verna (Foto ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)

Il presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Carlo Verna interviene sulle aggressioni nei confronti degli operatori dell’informazione registrate in questi giorni nel clima rovente che caratterizza le contestazioni contro le misure anticovid adottate dal Governo. “C’è un clima di violenza da condannare -evidenzia Verna- intorno alla questione vaccinazioni e green pass. Intollerabili le aggressioni a giornaliste e giornalisti, cui va, ed è il minimo, la solidarietà della categoria”.

“L’Ordine Nazionale -aggiunge- valuta però che non trattandosi più di un caso isolato occorra elaborare una strategia o un protocollo di tutela. Si ritiene, ma sarà esplicitamente richiesto, che possa farsene carico il coordinamento per la sicurezza dei giornalisti minacciati presso il Viminale, cui si ribadisce il ringraziamento per il lavoro svolto finora su altre casistiche di grande rilevanza, relative e rischi fisici cui sono esposti coloro che informano. Chiedere libertà di comportamento, nonostante la tragicità della pandemia, e non rispettare la libertà di stampa è l’esaltazione di assurdità e incoerenza”.

Vittorio di Trapani, segretario dell’Usigrai (Foto: Ansa/Fabio Campana)

 

”Fa piacere la solidarietà diffusa arrivata da pressoché tutto il mondo politico, le forze parlamentari, alla giornalista di Rainews24 Antonella Alba. Nel rinnovare a lei la nostra solidarietà, e ribadire che saremo parte civile al suo fianco in tribunale contro i suoi aggressori, esprimiamo sostegno al videomaker del gruppo Gedi Francesco Giovannetti, aggredito oggi”. E’ quanto scrive in una nota l’Usigrai.

”È importante che la presa di distanze dai violenti sia corale e inequivocabile – prosegue l’Usgrai – Ma, per dare sostanza e credibilità alla solidarietà, le forze parlamentari hanno la possibilità di compiere atti concreti: approvare con urgenza i disegni di legge che giacciono in parlamento proprio a tutela della sicurezza degli operatori dell’informazione, della libertà di stampa e, quindi, del diritto dei cittadini a essere informati, a partire dalle norme contro le liti temerarie. Ci auguriamo che quanto sta accadendo in questi giorni sia la spinta decisiva a passare dalle parole ai fatti”, conclude la nota.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera

TOP 100 BRAND ONLINE iscritti ad Audiweb nel GIORNO MEDIO. A luglio sempre in vetta ilMeteo, Libero e Corriere della Sera