Audience Serie A. Dazn (e Nielsen): ecco una preview dei dati di avvio campionato, non c’è calo…

Cala o non cala il valore del pallone? Hanno fatto bene i presidenti dei nostri principali club – con lo juventino Andrea Agnelli e il laziale Claudio Lotito per una volta pienamente d’accordo – ad accelerare la transizione verso il nuovo che avanza (leggi broadband), bocciando clamorosamente Sky (leggi broadcast) e rivoluzionando la distribuzione del prodotto? Ci sono anche le prime risposte a questi interrogativi più critici e politici, nemmeno troppo sotto traccia, nella querelle un po’ velenosa che si è scatenata nelle ultime ore ed è destinata a proseguire almeno fino a domani e anche nelle prossime giornate del campionato.

Botta e risposta inevitabilmente polemico sui dati di ascolto del calcio della Serie A in avvio del campionato 2021-2022. Un articolo di Repubblica, stamane, 31 agosto, paragonando le prime due giornate di questa stagione, giocate a fine agosto e confrontate con quelle del 2021 – giocate in settembre, con gli stadi chiusi e regime pandemico più pieno di quello di adesso, non calcolando gli ascolti generati dalla APP di Dazn – ha calcolato un netto calo del seguito del football nostrano nell’era dello streaming. Il paragone appare dichiaratamente un po’ forzato, ma questo ha generato ugualmente una reazione immediata di DAZN.

Claudio Lotito (Foto ANSA/ANGELO CARCONI)

Che anticipando gli esiti della rilevazione condotta da Nielsen sulla propria total audience calcistica (i dati saranno resi disponibili al mercato, pubblicati su un apposito ed esclusivo ‘cruscotto’ digitale, domani primo settembre e poi, nelle settimane successive, tutti i mercoledì a mezzogiorno attraverso un riepilogo settimanale), ha cercato di dimostrare che non c’è alcun calo. O se c’è è moderato e fisiologico. Ma vediamo cosa dice il documento di DAZN, che sarà corroborato domani dai dati di Nielsen.

L’analisi di Nielsen per DAZN. Nella 2° di campionato 4,7 mln su DAZN, che ha l’80% del seguito. Juve-Empoli il match più seguito

Secondo le analisi di Nielsen per DAZN, la prima giornata di campionato, 21–23 Agosto 2021, è stata seguita da oltre 4.3 milioni di individui che si sono collegati attraverso smart TV, tablet, mobile phone, console di gioco e attraverso DAZN Channel. Confermato il trend di crescita nel corso della seconda giornata, 27–29 Agosto 2021, quando si è registrata un’audience pari a 4.7 milioni. La partita più seguita nelle prime due giornate di Campionato 2021-2022, è stata Juventus-Empoli, esclusiva DAZN di sabato 28 Agosto alle ore 20:45, con un’audience superiore a 1 milione di spettatori.  Considerando questa seconda giornata di Campionato e sommando gli ascolti dei due broadcaster, si è registrata un’audience complessiva pari a 6 milioni di spettatori totali, l’80% dei quali sintonizzati su DAZN. Sostiene DAZN: “A condizioni estremamente diverse – partenza del campionato a settembre, stadi completamente chiusi – il risultato ottenuto da DAZN dimostra di essere quindi perfettamente in linea con quello ottenuto nel Campionato 2020-2021. Ed inoltre, a questo risultato già ampiamente positivo, si deve aggiungere che i dati indicati non contengono l’audience relativa al mondo di bar, ristoranti e hotel”.

Diletta Leotta, volto del calcio su Dazn (foto LaPresse)

Dati, quindi, secondo la tv via broadband, “di assoluto rilievo anche alla luce del particolare momento dell’anno, la seconda metà di agosto che per tradizione vede molti italiani in località di villeggiatura e  considerando la sfida tecnologica e comportamentale che si sta compiendo con la transizione verso la più moderna visione streaming” .

Ma ogni confronto rischia di apparire improprio. Cambiato formato, distribuzione, ‘termometri’ e metriche

Unica cosa certa di questa querelle, che ogni confronto col passato rischia sempre di apparire – in qualunque modo la si voglia mettere- tremendamente inappropriato. E’ cambiato infatti il format con cui sono trasmesse le partite – messe in onda in maniera più frammentata e articolata – ed è cambiata molto la modalità di distribuzione, con la quota prevalente degli ascolti che dovrebbe essere generata dallo streaming di DAZN, che ha vinto la gara della Lega Calcio, che prima era una componente marginale del fenomeno. Ma oltre che il rischio di confrontare le mele con le pere, c’è anche il rischio di paragonare numeri che venivano fuori prevalentemente da ricerche e metriche consolidate – dati Auditel in testa – con altri che invece sono in parte elaborati e prodotti dalla ricerca dei meter (quelli delle tre partite trasmesse in condivisione da Sky e quelli delle dieci partite distribuite attraverso il Timvisionbox di Tim Vision nonché il digitale terrestre) ed in parte da un istituto di ricerca privato, Nielsen, per un committente privato, DAZN, fuori dalla logica dei Joint Industree Committee che ha portato le misurazioni ad evolversi sul terreno della congruità, della neutralità e della trasparenza (senza nulla togliere all’autorevolezza e la credibilità di Nielsen che mette il suo bollino sui numeri di DAZN).

Nel comunicato distribuito alla stampa, inoltre, DAZN ha ribadito in che modalità verranno prodotti i dati di ascolto ‘totale’ della APP da domani.

Il formato di Nielsen per i dati in arrivo domani

I dati dettagliati – ascolto minuto per minuto, ascolto medio e copertura, ascolto pubblicitario relativo a ciascuno spot in onda, tipologia di device utilizzato per fruire dei contenuti DAZN, verificati da Nielsen, saranno disponibili per gli operatori del mercato a partire dalle ore 14.00 di domani, 1 settembre 2021. Inoltre, nel corso del Campionato di Serie A TIM 2021-2022, i dati di audience saranno sempre disponibili per gli operatori del mercato ogni mercoledì a partire dalle ore 14.00. La nuova metodologia di misurazione si avvale di tre diverse fonti di informazioni: dati censuari DAZN misurati da Conviva Stream Sensor, utilizzati per produrre le metriche totali di visualizzazione dei contenuti editoriali e pubblicitari; dati del panel TV Auditel, utilizzati per la stima di co-viewing e le demografiche della componente TV dell’ascolto; dati dello studio comportamentale su base utenti DAZN, utilizzati per la stima di co-viewing e le demografiche della componente web, mobile & tablet.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP SOCIAL KEY PEOPLE. Su Primaonline debutta la classifica dei 5 personaggi più performanti per piattaforma

TOP SOCIAL KEY PEOPLE. Su Primaonline debutta la classifica dei 5 personaggi più performanti per piattaforma

Ronaldo vs Messi, la sfida infinita. La Pulce non è più il giocatore più pagato. Per Forbes in vetta ora c’è CR7

Ronaldo vs Messi, la sfida infinita. La Pulce non è più il giocatore più pagato. Per Forbes in vetta ora c’è CR7

Pmi italiane fanalino di coda in Europa per digitalizzazione. Pessimo anche l’uso di marketing e comunicazione digitali

Pmi italiane fanalino di coda in Europa per digitalizzazione. Pessimo anche l’uso di marketing e comunicazione digitali