Apple presenta il News Partner Program. E lancia la nuovissima edicola digitale Apple News +

Condividi

Giovedì 26 agosto Apple ha lanciato News Partner Program, un’iniziativa che strizza l’occhio agli editori all’insegna del buon giornalismo globale. Il programma per il momento coinvolge Stati Uniti, Regno Unito, Canada e Australia: i paesi in cui è anche attivo il nuovo servizio di abbonamento Apple News+, il quale fornisce l’accesso a più di 300 testate e riviste di tutto il mondo al costo mensile di $9,99. I titolo inclusi variano da Sports Illustrated a Vanity Fair, dal Wall Street Journal al Times, e si aggiungono agli altri servizi inclusi, come l’audio briefing giornaliero: una specie di radiogiornale marcato Apple.

Eddy Cue , vicepresidente senior dei servizi di Apple in una foto insieme al ceo Tim Cook, pubblicata su Twitter. Cue, che risponde direttamente a Cook, è il responsabile di tutta la gamma dei servizi Apple, tra cui Apple Music, Apple News, Apple Podcast, l’app Apple TV e Apple TV+, nonché Apple Pay, Apple Card, Maps, Search Ads, i servizi iCloud di Apple e i servizi legati alla creatività.

Il News Partner Program è pensato per le testate giornalistiche su abbonamento che forniscono i loro contenuti a Apple News nel formato ANF (Apple News Format). Secondo Apple “Il formato ANF offre un’esperienza di lettura eccezionale su Apple News e permette agli editori di sfruttare appieno i vantaggi della piattaforma: possono oltre a fare cronaca, giornalismo classico, creare storie per promuovere il proprio brand, e audiostorie, il tutto con un layout che si adatta senza problemi su tutti i dispositivi Apple”. Il formato ANF supporta anche gli annunci pubblicitari, e agli editori spetta il 100% dei profitti dalla pubblicità venduta all’interno di Apple News. Per editori che utilizzano il formato ANF, il tasso di commissione da riconoscere a Apple è del 15% per gli abbonamenti in-app. Si tratta del dimezzamento di fatto delle tariffe dell’Apple Store una decisione che nasce dalle proteste degli editori sempre più irritati di dover riconoscere il 30% del costo degli abbonamenti alla piattaforma Apple, molto penalizzante per i loro ricavi malgrado la crescita di lettori.

Eddy Cue, senior Vice President di Apple, a capo della miniera d’oro del sistema delle app e padre del nuovo progetto, spiega che con “questo programma la società ribadisce la sua strategia originale, impegnandosi a fornire ai propri clienti informazioni qualificate ed originali, antidoto al dilagare delle fake news”. L’iniziativa permette al colosso tecnologico americano di continuare ad avere un rapporto previlegiato con gli editori a cui propone tecnologie molto pratiche da usare nelle forme nuove, coinvolgenti e multimediali, concesse dal formato ANF.


Un altro tipo di servizio giornalistico è quello di Apple News + una grande edicola digitale con centinaia di testate a cui si può accedere con un abbonamento mensile di $9,99 (il primo mese e’ gratuito). E non finisce qui. La casa di Cupertino propone infatti altri pacchetti che insieme a Apple News + offrono Apple Music, Apple TV, Arcade, iCloud. Il primo pacchetto, Apple One Plan, costa 15,95 dollari per un unico abbonamento; poi c’è l’offerta Family (per un massimo di cinque utilizzatori), a $19.95 al mese, e infine il top di gamma Premier, che per 29,95$ aggiunge anche la app Apple yoga e un’ iCloud molto potente.